Rimini, Project financing: altre critiche da quattro consiglieri comunali

Continua la querelle nata dopo la comunicazione delle valutazioni sui due project financing sorti per riqualificare il lungomare di Rimini, che vede in pole position il progetto Coopsette-Jean Nouvel.
Dopo la risposta di Massimo Totti, responsabile del Settore Infrastrutture, Mobilità e Ambiente del Comune di Rimini, alle critiche piovute dall’Ordine degli Ingegneri, tocca a quattro consiglieri comunali, già protagonisti di una stagione politica in Consiglio comunale molto contrastata, dire la loro. Scrivono infatti Eugenio Pari, Fabio Pazzaglia, Giorgio Giovagnoli e Leandro Coccia che “le pesanti critiche rivolte all’Ordine degli ingegneri da parte
dell’ingegner Massimo Totti ci sembrano inopportune in quanto è bene ricordare come nella deontologia di un pubblico dipendente il compito principale è quello di realizzare gli indirizzi politici dell’ente”.
Chiosano i quattro che Rimini non necessita di interventi al di fuori di proposte slegate da pianificazione, “ma necessita di progetti e programmi che sappiano far riconquistare il ruolo di leadership della nostra città nel turismo e fare di Rimini un esempio di città ecologica. A Rimini la rendita da tempo ha preso il sopravvento nell’economia cittadina condizionando pesantemente la maggior parte delle imprese caratterizzate da una conduzione familiare e che, pertanto, vivono del proprio lavoro”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy