Rimini. Ruba un telefono nel parco: arrestato dalla Polizia di Stato

Questa notte la Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un cittadino italiano di 20 anni, resosi responsabile dei reati di rapina e false attestazioni a Pubblico Ufficiale.

A darne notizia è la Questura di Rimini, che precisa: “Nello specifico, alle ore 03.00 circa odierne, una volante veniva inviata presso il Parco Murri poiché era stato segnalato il furto di un telefono cellulare. Giunti immediatamente sul posto gli agenti rintracciavano il richiedente, un italiano di 20 anni, il quale riferiva di essere stato vittima del furto del proprio telefono cellulare da parte di una persona, la quale con fare aggressivo e minaccioso, glielo aveva strappato di mano, fornendo della stessa una dettagliata descrizione.
Poco dopo all’interno dello stesso parco, gli agenti rintracciavano un soggetto, corrispondente alla descrizione fornita dalla vittima, e, nascosto nei pressi dell’albero dove lo stesso era appoggiato, rinvenivano un telefono cellulare poi riconosciuto dalla vittima quale provento del furto perpetrato poco prima.
Accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito, il giovane risultava avere una identità diversa da quella fornita agli agenti e numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e contro la pubblica amministrazione.
Lo stesso, pertanto, veniva tratto in arresto in attesa del giudizio direttissimo che si terrà nella giornata di domani presso il Tribunale di Rimini”.

La Questura ricorda infine “che nei confronti delle persone indiziate ed imputate vige la presunzione di innocenza”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy