Rimini. Rubano prima in un ristorante poi in un albergo chiuso: arrestati

Due uomini di origine magrebina di 40 e 30 anni sono stati arrestati nella mattinata del 31 dicembre dalla Polizia di Stato per furto e tentato furto.

Il primo colpo, quello riuscito, è stato messo a segno nella prima mattinata dell’ultimo dell’anno.

Vittima un ristorante di Marina Centro, in cui i due soggetti sono entrati infrangendo una vetrata con un arnese per poi uscirne poco dopo con i soldi del registratore di cassa facendo perdere le proprie tracce.  

Grazie alle telecamere a circuito chiuso, le forze dell’ordine hanno potuto osservare indizi preziosi, a partire da un curioso particolare: la mano ingessata di uno dei due.

Poco dopo è scattato l’allarme in un albergo vicino. Giunti sul posto, i poliziotti hanno iniziato ad ispezionare la struttura trovando, all’interno della dependance, un uomo intento a rovistare in alcuni scaffali e ripiani. Nelle tasche dell’uomo, che aveva una mano ingessata, un cutter e diverse schegge di vetro. Poco dopo è stato trovato anche il complice, nascosto sotto un letto. Nelle sue tasche un cacciavite e diversi spiccioli. 

Accompagnati in sicurezza in Questura, i due uomini sono stati tratti in arresto per tentato furto in abitazione in concorso nell’albergo.

Le telecamere del ristorante hanno permesso di identificarli anche come autori del furto commesso nella mattinata e pertanto sono stati denunciati anche per furto aggravato in concorso. 

Nella stessa mattinata i due, sottoposti a rito per direttissima, sono stati condannati e tradotti presso la locale Casa Circondariale.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy