Rimini. Sequestra e rapina due ragazze, pistola in pugno

Il Resto del Carlino Rimini: L’uomo, armato di pistola, era in agguato alle Befane / Sequestra due ragazze al parcheggio sale in auto con loro e le rapinaBandito armato di pistola costringe due ragazze a caricarlo in auto, e dopo qualche chilometro ordina loro di fermarsi e le rapina. «Mia figlia ha viaggiato tutto il tempo con la pistola puntata alla testa ed è ancora sotto choc».
Un’esperienza terribile, quella vissuta l’altra notte dai due ventenni riminesi. Le due giovani erano andate a mangiarsi un gelato al MecDonald’s e avevano parcheggiato l’auto alle Befane
.  (…)  Una volta arrivati all’altezza della rotonda del Gros, lo sconosciuto ha ordinato di fermare l’auto. «Datemi tutto quello che avete». «La borsa è lì, prendi quello che vuoi». Mentre il rapinatore frugava nella sua borsa, l’amica cercava di nascondere sotto il sedere tutti gli oggetti di valore che aveva adosso. Quando è stato il suo turno, gli ha consegnato i soldi, poche decine di euro, ma si è rifiutata di dare al bandito il suo cellulare. «Tanto è rintracciabile» e a quel punto lui ha lasciato perdere. Preso quello che voleva, è sceso dalla macchina e prima di sparire nel buio ha intimato: «Se andate dai carabinieri vi ammazzo». Ma una volta in salvo, le due amiche sono andare dritte in caserma».

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy