Rimini. Turismo, bilancio dell’estate: la riviera aggrappata con i denti alla competitivita’. Corriere Romagna

Corriere Romagna: Il mese più caldo chiude con 739.431 arrivi (+3,9%) e 4.537.447 presenze (-0,3%). Stagione in linea con l’anno precedente con 11.212.559 pernottamenti /
Agosto: più turisti ma si fermano di meno /
L’assessore Galli: «Flussi turistici buoni, calo evidente negli incassi e nei fatturati»

RIMINI. In Riviera più turisti ma si fermano di meno. Lo confermano anche i dati di agosto dell’Ufficio statistica della Provincia di Rimini. Il mese più caldo dell’anno fa segnare l’arrivo di 739.431 turisti (+3,9%), grazie a 600.458 italiani (in crescita del 2,8%) e 138.973 stranieri (+9%). Ma nonostante il numero degli ospiti cresca, diminuiscono le presenze complessive. Il dato di agosto parla di 4.537.447 pernottamenti (-0,3%) con 3.641.920 italiani (-1,4%) e 895.527 ospiti dall’estero (+4,6%). In totale l’estate (giugno, luglio e agosto) fa segnare 1.905.776 arrivi per 11.212.559 presenze. Dati non troppo differenti dal 2012: 1.893.058 arrivi e 11.452.707 presenze.
L’assessore. «Arrivano più turisti ma si fermano meno giorni – è l’analisi dell’assessore provinciale al turismo, Fabio Galli -. E’ questo il leit motiv del 2013, prova provata della crisi e della minore capa cità di spesa, soprattutto del mercato nazionale».
«I dati provvisori di luglio e agosto – dice Galli – confermano le sensazioni degli operatori: flusso turistico buono, ma con un calo evidente di incassi e
fatturati. Credo che alla fine dell’anno chiuderemo su questo trend in chiaro-scuro. Dato positivo: la crescita del segmento estero. Ma è chiaro che il 2013, così come il 2012, è un anno in cui Rimini deve rimanere aggrappata con i denti alla competitività.
(…)


Foto di Francesco De Luigi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy