Risposta al Forum dei Giovani di San Marino

Dalla Lista della Libertà al Forum dei Giovani.

Innanzitutto grazie! Grazie, per la Vostra coscienza civica e per il Vostro senso di appartenenza, critico, preoccupato e propositivo, a questa Repubblica. Il momento che tutti i sammarinesi stanno vivendo è difficile, ma è proprio in circostanze simili alle attuali che può emergere quella condivisione di intenti necessaria per passare dalle promesse all’effettivo cambiamento delle regole e dei comportamenti, come tutta la cittadinanza auspica.

Dal Vostro documento si evince il desiderio di onestà, moralità, legalità e trasparenza, imprescindibili per riqualificare l’immagine del nostro paese. Vi lamentate delle anomalie del nostro sistema: mancanza di trasparenza in alcuni settori dell’economia; mancanza della certezza della pena; sudditanza della politica e dei mezzi di informazione ai “ poteri forti”; speculazione edilizia incontrollata e mancanza di rispetto per l’ambiente ed il nostro territorio.
Come Lista della Libertà, non possiamo che testimoniare il nostro impegno, insieme al Patto per San Marino, per modificare quelle regole che hanno permesso le distorsioni che così efficacemente avete denunciato. Siamo consapevoli che dobbiamo recuperare anni di inerzia della politica.

Proprio in occasione della seduta Parlamentare nel corso della quale ci avete onorato della consegna del Vostro documento, abbiamo proceduto alla modifica di alcuni importanti provvedimenti normativi finalizzati a: -rendere conoscibile, in specifici casi, la titolarità delle azioni di società anonime; – aumentare le sanzioni nei confronti degli operatori che non svolgono una adeguata vigilanza ai fini dell’antiriciclaggio; – introdurre lo strumento delle intercettazioni per contrastare i fenomeni di criminalità più gravi; – introdurre regole di trasparenza anche per le fondazioni ed associazioni senza scopo di lucro; infine, dotare, finalmente, il nostro Paese di una normativa sulle rogatorie internazionali. Tutti questi interventi, insieme a tanti altri che il Patto per San Marino ha fatto approvare nel corso della legislatura appena iniziata, debbono portare, da un lato, ad introdurre regole di maggiore trasparenza finalizzate all’individuazione e alla punizione di chi non rispetta le regole, dall’altro, quello di adeguare l’ordinamento giuridico del nostro paese agli standard internazionali.

Ma è di tutta evidenza che non ci si può limitare a questo. Dobbiamo essere tutti vigili dell’applicazione delle nuove regole. Dobbiamo farci conoscere per i meriti della nostra imprenditoria. Dobbiamo avere il coraggio di chiudere le porte in faccia a chi usa il nostro paese per svolgere attività scorrette se non addirittura illecite. Ma soprattutto è necessario che si ritorni all’antico costume della nostra Repubblica, così come di ogni democrazia che si rispetti: ovvero la militanza e l’impegno politico di ciascun cittadino. Purtroppo, da alcuni anni, la politica è vista come una casta, intoccabile e lontana dalla cittadinanza. Non è così! La politica è un dovere di tutti, a maggior ragione in uno Stato piccolo come il nostro. La partecipazione politica è la principale risorsa di ogni Stato. Riteniamo che per il Nostro, a maggior ragione in un momento come quello attuale, sia necessario un impegno politico, attivo e consapevole, di tutte le componenti della società sammarinese: imprenditori, professionisti, lavoratori, giovani.

Per il futuro ci aspettano dei sacrifici, nel programma elettorale del Patto per San Marino abbiamo inserito alcune proposte, ma è soprattutto dal cambiamento delle regole dell’economia e dalla partecipazione attiva della cittadinanza alla vita politica che il nostro Paese dovrà trovare nuova linfa e prospettive di sviluppo
Lista della Libertà

(Noi Sammarinesi- Nuovo Partito Socialista)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy