San Giovanni in Marignano. Si finge corriere e deruba la Alberta Ferretti per 70mila euro, arrestato

Si finge corriere e deruba la Ferretti: “Non riesco a pagare le bollette”. Nei guai un 28enne napoletano che però è stato intercettato ed è stato arrestato dai Carabinieri. Stava per sparire con un furgone carico di capi del noto marchio di moda: valore 70mila euro

LORENZO MUCCIOLI – Si è presentato nel magazzino della Aeffe, a San Giovanni in Marignano (nel Riminese), spacciandosi per il corriere. “Sono venuto a ritirare la merce, caricatela sul furgone”, ha detto il ladro, un 28enne napoletano. Nessuno ha dubitato di lui: d’altra parte l’uomo era già stato sentito al telefono diverse volte e indossava anche la maglietta e il cappellino di una nota ditta di spedizioni. Stava quasi per farla franca, sparendo con un carico prezioso: 47 colli contenenti vestiti di alta moda e capi d’abbigliamento per un valore di circa 70mila euro. Un furto da manuale ai danni del noto marchio fondato dalla stilista e imprenditrice Alberta Ferretti, un colosso della moda internazionale che ha chiuso il 2021 con ricavi consolidati per 324,6 milioni. L’uomo è stato però intercettato poco dopo dai Carabinieri della compagnia di Riccione, insospettiti dalla targa con una lettera alterata. Ieri, difeso dagli avvocati Lucia e Giordano Varliero, è comparso in Tribunale a Rimini per la direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per lui i domiciliari a Napoli. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy