‘San Marino a Londra 2012, spesa necessaria?’ di Cristoforo Buscarini

La Tribuna Sammarinese. San Marino a
Londra 2012,
spesa necessaria?
di Cristoforo Buscarini

Ci sono temi che indubbiamente
è difficile affrontare
nella piccola
dimensione di una realtà
come il nostro Paese.
Il locale Comitato
olimpico ha mandato
a Londra una ventina
di persone, di cui solo nove
atleti, ed i restanti in veste
di accompagnatori.

[…]


Ora è certo che lo sport è
ben lontano da quello schema
enunciato da De Cubertin;
lo sport è un mestiere,
a certi livelli, riservato a pochi
eletti sostenuti da pesanti
interventi finanziari
degli stati. San Marino può
imboccare questo archetipo?
Non credo che qualcuno
possa annuire. Abbiamo
ben altre realtà da tutelare:
lo stato sociale, la scuola,
la cultura effettiva, i servizi
sociali, l’occupazione e gli
investimenti. Soprattutto è
ora di giungere finalmente
ad un traguardo educativo
per il quale le attività sportive
siano correttamente
intese come strumento
educativo e di impiego
del tempo libero, e non una
competizione in sè vuota,
per fare vacanza a Londra
o altrove. Ma forse questa
aspirazione, in un ambiente
di presidenti perpetui e
dirigenti sportivi a vita, è
del tutto infondata.
Cristoforo Buscarini

 

 

 

 

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy