San Marino, accordi con l’Italia nel 2011

La trattativa per la definizione degli accordi fra Italia e San Marino sta subendo un altro stop. Manca la firma dell’ultimo della serie quello delle
modifiche all’accordo contro le doppie imposizioni secondo il più recente standard Ocse.

Detta ultima intesa farebbe entrare in vigore l’accordo di cooperazione economica firmato il 31 marzo (come da dichiarazione congiunta) ed anche l’accordo di collaborazione finanziaria firmato il 26 novembre scorso.

Ne tratta L’Informazione di San Marino.

Alla luce di
tutti i problemi l’opposizione ha chiesto come
mai non si parla più della firma con l’Italia.
Pronta la replica da parte del
Segretario agli
Esteri Antonella Mularoni
ai microfoni della
televisione di Stato, che più che una risposta
rappresenta un augurio: “Ci auguriamo
che l’intesa possa essere firmata al più
presto. Vorremmo infatti che i tre accordi
possano entrare in vigore tutti insieme il
primo gennaio 2011
.

Siamo in attesa di
conoscere la fissazione di una data da parte
delle autorità italiane e speriamo che questo
possa avvenire al più presto”.
In agenda
tuttavia non pare esserci alcun incontro con
i politici italiani. In ogni caso, per stessa
ammissione del Segretario agli Esteri -che
forse mette le mani avanti-, gli accordi dati
per imminenti e poi puntualmente rimandati,
non entreranno comunque in vigore prima
del 2011, ammesso e non concesso che si
firmi.

Insomma per San Marino si prospetta
un nuovo anno di passione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy