San Marino. Al via le iscrizioni al seminario sulla Governance Mondiale

I giovani sammarinesi hanno a possibilità di partecipare alla Bucerius Summer School on Global Governance, prestigiosa opportunità di formazione all’estero.

Lo comunica la segreteria di Stato per gli Affari Esteri, spiegando in una nota che l’associazione intitolata a Gerd Bucerius, politico e giornalista tedesco, padre fondatore del settimanale Die Zeit, “promuove il 20° seminario estivo sulla Governance Mondiale, le cui lezioni si svolgeranno alla Bucerius Summer School, nelle sedi di Amburgo e Berlino in Germaniadal 16 al 28 agosto 2020“.

Il corso “si rivolge a giovani diplomatici, manager, rappresentanti politici, giornalisti, attivisti e accademici, con esperienza nei propri ambiti professionali e un’età compresa tra i 28 e i 35 anni”. 

Le lezioni “affronteranno le questioni sociali, economiche e politiche nell’attuale contesto globale attraverso testimonianze di rappresentanti di alto profilo provenienti dal mondo accademico, delle imprese e delle istituzioni, con la metodologia dei workshop interattivi (maggiori informazioni su modalità e contenuti del corso sono disponibili sul sito internet https://www.bucerius-summer-school.de/abouttheprogram/)”. 

Requisiti indispensabili per la partecipazione sono “ottima conoscenza della lingua inglese (scritta e orale), cittadinanza sammarinese o residenza, disponibilità a seguire il corso nella sua intera durata”.

Il candidato “avrà a proprio carico le sole spese di viaggio; per tutte le altre spese (trasferimenti interni, vitto e alloggio) sarà l’istituto promotore a provvedere”.

Per candidarsi, “occorre inviare all’indirizzo di posta elettronica dipartimentoaffariesteri@pa.sm entro e non oltre il 18 febbraio 2020 la seguente documentazione, specificando all’oggetto della email ‘Bucerius Summer School – candidatura di… (nominativo del candidato)’: copia di un documento di identità, fototessera, curriculum vitae con recapiti in lingua inglese, lettera motivazionale in lingua inglese”.

Il dipartimento Affari Esteri “esaminerà le domande a suo insindacabile giudizio, basato sulla valutazione delle competenze linguistiche, delle esperienze professionali e accademiche dei candidati; ai fini della selezione e a integrazione delle domande pervenute, potrebbe essere richiesto un colloquio telefonico”.

Entro il termine del 1° marzo 2019, il dipartimento “comunicherà a tutti i candidati l’esito della selezione e procederà congiuntamente con il candidato prescelto alla compilazione online della domanda di iscrizione al corso”.

La selezione da parte del dipartimento Affari Esteri “non garantisce la partecipazione al corso, per la quale è comunque necessario il benestare dell’istituto promotore”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy