San Marino card

 

Repubblica di San Marino

UFFICIO
STAMPA DEL
CONGRESSO DI STATO

Comunicato stampa

Doppia candelina per la “San Marino Card”.
Esattamente 2 anni fa, il 1° dicembre 2008, la SMaC debuttava in società.

Uno strumento innovativo, che nel corso dei mesi si è
rafforzato migliorandosi, e che offre ancora potenzialità inespresse. Così il
Segretario di Stato alle Finanze, Pasquale Valentini, in sede di conferenza
stampa, che ha definito la carta un’intuizione di qualità, un’occasione di
promozione e rilancio del consumo interno. Nella card magnetica Valentini
individua “una pista di sviluppo del settore commerciale che ben si concilia
con la situazione di congiuntura internazionale”. L’auspicio è che la
collaborazione fra le parti coinvolte a diverso titolo nel progetto
contribuisca a conferire sempre maggior vigore all’iniziativa: “è in gioco la
capacità del nostro sistema economico di fare gruppo. La SMaC aiuta
concretamente i nostri operatori a capire i vantaggi e le condizioni
dell’essere parte attiva di un sistema”.

 

Questi i dati che la riguardano, riportati da Valentini:
20.000 i non residenti, prevalentemente del circondario, che abitualmente
salgono in Repubblica per utilizzare la loro tesserina. In generale, il settore
degli idrocarburi è quello che catalizza la maggiore attenzione, sia da parte
dei sammarinesi, sia dei forensi. Buona parte dello sconto ricaricato viene
riversato nei beni di prima necessità e in generale nel settore alimentare, che
bene ha accolto l’iniziativa. Diversamente, i dati relativi ai comparti
dell’abbigliamento e della ristorazione mostrano margini di sviluppo che
dovranno essere considerati in una strategia globale di incentivazione dello
strumento elettronico. In questo caso, soprattutto, l’azione incisiva degli
operatori aderenti al circuito potrà contribuire al rilancio di questi settori,
oggi più in ombra rispetto ad altri.

 

Nel prossimo futuro,
ha detto il Segretario Valentini, bisognerà valutare gli effetti e le
possibilità di intervento a seguito della diminuzione della monofase, che
potrebbe essere pensata in collegamento alla card.

 

Marino
Manuzzi, della Segreteria di Stato alle Finanze, ha snocciolato
altri dati significativi relativi alla SMaC: 328 gli esercenti aderenti; 41.000
le card attive (di cui il 51% in mano a sammarinesi). L’ammontare delle
transazioni nel 2009 è stato pari a 147 milioni di Euro e il dato di fine
novembre dell’anno in corso è di 138 milioni di Euro, con una previsione che
supera il dato dello scorso anno. Di queste transazioni, il 75% è stata opera
di residenti. Circa le ricariche, per il 72% sono state spese nel settore
alimentare, in percentuali minori nell’elettronica.

Presentato nell’occasione anche il “Concorso di Natale 2010”, con i manifesti che lo
pubblicizzano. Il Concorso è riservato ai titolari della SMaC Card, che avrà
inizio il 6 dicembre prossimo, in un periodo particolarmente propizio per gli
acquisti, che diventano ancora più convenienti se effettuati in Repubblica: la
SMaC sconta i prezzi e premia chi più la utilizza.

Il Concorso coprirà un periodo di 2 mesi, fino al 14
febbraio 2011. Fra tutti coloro che in questo arco temporale utilizzeranno la
Card per le proprie spese in almeno 5 categorie commerciali differenti o
effettueranno una ricarica in banca, verranno estratti i nominativi di due
vincitori, rispettivamente di un premio da 10.000 Euro e di uno da 5.000 Euro,
pre-caricati nelle speciali Gold card.

Sempre nel periodo del Concorso ci saranno estrazioni di
premi settimanali: ogni strisciata parteciperà direttamente all’assegnazione
dei premi giornalieri, 9 da 50 € ciascuno. Un concorso ricco, reso possibile
dai 528 premi raccolti messi a disposizione dagli stessi esercenti, che con la
loro disponibilità a far crescere il progetto rendono conto dell’affezione e
della simpatia nei confronti della tesserina magnetica.

Presenti alla conferenza stampa anche i Rappresentanti di
alcune Categorie Economiche e Sociali. Giorgio Chiaruzzi
dell’OSLA ha accennato al Concorso in partenza, cui va il merito di incentivare
la trasversalità nei settori merceologici e quindi un utilizzo corretto della
SMaC. Pio Ugolini dell’UNAS ha parlato della SMaC come strumento che rende
merito a una visione globale dell’economia, un ragionamento di gruppo sul bene
comune, nell’interesse legittimo del singolo. Vladimiro Renzi della Carisp ha
definito la card uno strumento dal forte valore aggiunto, sammarinese sotto
ogni aspetto; un’idea forte che ha reso il nostro territorio una sorta di
centro commerciale all’aria aperta. Infine Paolo Muccioli del CIS,
che si è espresso in termini positivi, per un’iniziativa indovinata in cui per
la prima volta pubblico e privato hanno unito le forze in un progetto comune.
 

 

Pino Cesetti per la San Marino RTV ha
presentato la campagna pubblicitaria divertente ed ironica che verrà trasmessa
dalla tv di Stato con passaggi in radio e in televisione. Il messaggio è
chiaro: la SMaC è un’opportunità per il consumatore, che la ricarica
semplicemente facendo acquisti; è un’opportunità per l’esercente, che tramite
lo sconto fidelizza il proprio cliente e, soprattutto, lo gratifica.

 

Infine, il regolamento completo del concorso, all’indirizzo www.sanmarinocard.sm, con aggiornamento
sulle estrazioni settimanali, è stato presentato da Gianluigi Giorgetti
dell’ISIS, gruppo Banca Centrale.

 

 

 

 

San Marino, 1° dicembre 2010/1710 d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy