San Marino. Ciavatta incontri a Dubai per il nuovo ospedale

La conferenza stampa odierna del Congresso di Stato.

WALTER DOVESI NICOLETTI. Conferenza stampa del Congresso di stato con il Segretario alla Sanità che risponde anche alle critiche su presunti ‘privilegi e prebende’al nuovo direttore generale della Sanità: “sta cercando un appartamento perché vuole risiedere a San Marino, e si sposta con i mezzi pubblici”. Poi Ciavatta guarda avanti anticipando quella che dovrebbe essere la sanità del futuro, anche alla luce degli incontri a Dubai con i vertici di una società degli Emirati Arabi.

In ballo molti dossier tra cui i finanziamenti per il nuovo ospedale e per una Accademia internazionale su robotica chirurgica, sulla quale si sta lavorando con il nuovo dg Iss Bevere, così come a un progetto di genomica che coinvolge una compagnia con sede a Dubai e San Marino.

Comunicati anche i dati della pandemia nel nostro Paese. Torna sotto quota 1000 il totale dei casi a San Marino, sono 969 i positivi attivi, dopo 382 guarigioni dell’ultima giornata e 47 nuovi positivi. In calo i ricoveri che scendono a 14 con una saturazione del reparto di terapia intensiva del 33%. Annunciato quindi nelle prossime settimane un allentamento delle restrizioni. Ciavatta spiega infine che non è automatico somministrare i farmaci di contrasto all’epidemia ma la Segreteria sta monitorando la situazione

È quindi il turno del Segretario al Lavoro che fa il punto sui lavori del Congresso di Stato: “la lettera di ringraziamento del presidente Mattarella ai Capitani Reggenti testimonia che il lavoro compiuto da parte del Congresso e dei singoli Segretari nel rapporto tra i 2 Paesi ha portato frutti e oggi potrà avere benefici di carattere istituzionale”. Soddisfazione anche per la possibilità di accesso per i sammarinesi allo Spid che garantirà una maggiore integrazione territoriale.

Lonfernini passa poi al percorso europeo assicurando che: “il lavoro di completamento dell’avvicinamento all’Europa tramite l’Accordo di Associazione, è una delle priorità sotto cui costruire il futuro del Paese”.

Chiusura sulle politiche del lavoro dove è in fase di studio la riorganizzazione degli incentivi di carattere occupazione e politiche attive ulteriore passo di un cammino di riforma già intrapreso.

Articolo tratto da la Serenissima, pubblicato integralmente dopo le 23

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy