San Marino. Comitato Esecutivo dell’ISS: lettera aperta del Segretario di Stato Ciavatta

La dipartita di Alessandra Bruschi dalla Direzione generale dell’Istituto sicurezza sociale di San Marino continua ad essere oggetto di forti tensioni tra il resto del Comitato esecutivo, quindi Sergio Rabini e Marcello Forcellini, e la Segreteria di Stato alla Sanità, oltre che all’interno della politica stessa.

A certificarlo è il Segretario Ciavatta che, in una lettera aperta all’Informazione di San Marino girata a tutti i giornali, commenta le indiscrezioni pubblicate ieri da Antonio Fabbri sul quotidiano sammarinese.

Ciavatta, innanzitutto, conferma l’esistenza dei documenti citati ed il loro contenuto, e sottolinea la loro riservatezza.

I documenti sono tre: “Una relazione inviata al CE da parte del Direttore Generale Alessandra Bruschi, che tuttavia è stata inviata ai soli membri del Congresso di Stato; la mancata approvazione di una delibera in CdS per la nomina del facente funzione in CE, fatto che possono conoscere solamente i Congressisti, non essendo ancora pubblicate le delibere; una e-mail inviata dalla Segreteria al Comitato Esecutivo i cui membri, da contratto, hanno il dovere della riservatezza sulle informazioni inerenti le proprie mansioni”.

“Nulla di nuovo – scrive il Segretario – dato che già sabato scorso ero stato contattato da un giornalista che ne aveva ricevuto copia e a cui era stato gentilmente chiesto – non è dato sapere da chi – di prendere posizione contro il Segretario”.

Quindi l’attacco ai restanti membri del Comitato Esecutivi: “Le fughe di notizie del resto, in una direzione dove in assenza del Direttore Generale pare si rincorrano strane e frequenti frequentazioni, sono all’ordine del giorno fin dal momento in cui –come noto alla politica, essendo parte della risposta ad una interpellanza letta ad aprile scorso, cui casualmente nessun “politico” ha dato corso – sono iniziate le frizioni all’interno del CE uscente.

Solo oggi (ieri, ndr), con estremo tempismo, i membri del CE hanno richiesto per e-mail la nomina di un facente funzione. Di seguito a questo, come sempre fatto, porterò la nomina in Congresso nella prima data utile. Riguardo alle sostituzioni urgenti, sono certo potremo a breve porre rimedio, dovendo perseguire l’obiettivo di svolgere sostituzioni corrette e regolari. Ad esempio tramite bandi di concorso per ogni Profilo di Ruolo scoperto come stabilito nell’accordo di stabilizzazione”.

Ciavatta spiega quindi che la comunicazione inviata al Comitato Esecutivo il 30 settembre “va nella direzione di evitare fughe in avanti in assenza della piena operatività del CE. A tale mail non ho ricevuto risposta, ma anche questo – dati i carichi di lavoro – capita spesso, tanto che nella stessa e-mail richiedo risposte a richieste inerenti obblighi istituzionali inevase dal 30 luglio, riguardo alle quali ci si è ben guardati di dare eco”.

Sulla condivisione delle bozze di delibera del CE in via preliminare il Segretario assicura che è “una prassi da tempo utilizzata, e raccomandatami in occasione di una recente convocazione della Commissione Sanità da un ex Segretario di Stato. Non si capisce – si chiede Ciavatta – quale dovrebbe essere il timore nel condividere preliminarmente – come fa il Congresso di Stato – gli interventi in discussione”.

Ciavatta, in conclusione, ribadisce l’amarezza per l’addio del Dg Bruschi che definisce “un ottimo professionista”, e bolla quella in atto ai vertici dell’Iss come “una crociata fuori tempo”.

Leggi la lettera integrale.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy