San Marino. Consiglio Grande e Generale, seduta pomeridiana. Agenzia Dire

Consiglio Grande e Generale (11-19 settembre). Seduta pomeridiana di oggi 18 settembre, resoconto Agenzia Dire.

Prosegue l’esame delle istanze d’Arengo nella seduta consiliare odierna, senza tuttavia che ne sia approvata alcuna delle quattro messe ai voti. Respinta infatti l’istanza n.24 sull’utilizzo dell’Ex Tiro a Volo di Murata da parte di associazioni culturali, così come la n.3 per una ricognizione delle istanze approvate dal Consiglio Grande e Generale ancora inattuate e perché il Governo si impegni a darne attuazione entro il corrente anno. Respinta con 28 voti contrari, 17 a favore. Stessa sorte per la n.12 in favore di una diminuzione del precariato all’interno dell’Iss. Viene però approvato a maggioranza l’Ordine del giorno presentato dalla coalizione  San Marino bene comune  che “impegna il governo a ricondurre il tema dell’istanza agli impegni già assunti con le organizzazioni sindacali nei tavoli tecnici, per evitare il formarsi di nuovo precariato”.

Lungo il dibattito sull’istanza n.17 per la depenalizzazione dell’aborto che viene infine respinta con 27 voti contrari, 23 a favore, due astenuti  e un non votante. Accolto invece con 29 voti a favore, 22 contrari, un astenuto e un non votante, l’ordine del giorno presentato dalla maggioranza che impegna il governo a verificare entro tre mesi “eventuali modifiche del codice penale, per definire la non perseguibilità di chi decide di abortire nei Paesi in cui è legalmente consentito”.

L’Aula, prima di concludere la sessione consiliare odierna, inizia il confronto sull’ultima istanza, la n.10 per il riconoscimento dei matrimoni tra persone dello stesso sesso contratti all’estero. La maggioranza presenta un ordine del giorno che impegna il Governo, tra l’altro, a elaborare modifiche di legge utili a introdurre la convivenza e l’ottenimento del permesso di soggiorno tra coppie dello stesso sesso.

Il dibattito proseguirà domani mattina.

 

Di seguito una sintesi degli interventi odierni.

 

Comma 4, Istanze d’Arengo.

Istanza d’Arengo n.24 per l’utilizzo da parte di Associazioni/Cooperative della struttura dell’ Ex Tiro a Volo di Murata anche allo scopo di riqualificarne la zona e gli edifici

Respinta con 25 voti contrari, 20 a favore, 2 astenuti.

Interventi

Antonella Mularoni, segretario di Stato per il Territorio

Gian Matteo Zeppa, Rete

Luca Santolini, C10

Andrea Belluzzi, Psd

Massimo Cenci, Ns

Andrea Zafferani, C10

Giovanni Lonfenini, Upr

Paride Andreoli, Ps

Vladimiro Selva, Psd

Stefano Canti, Pdcs

 

Istanza d’Arengo n. 3 per una ricognizione delle istanze approvate dal Consiglio Grande e Generale ancora inattuate e perché il Governo si impegni a darne attuazione entro il corrente anno. Respinta con 28 voti contrari, 17 a favore.

Gian Carlo Venturini, segretario di Stato per gli Affari interni

Andrea Zafferani, C10

Augusto Michelotti, Su

Roberto Ciavatta, Rete

Tony Margiotta, Su

Giovanni Lonfernini, Upr

Paride Andreoli, Ps

Stefano Macina, Psd

Anna Maria Muccioli, Pdcs

 

Istanza d’Arengo n.12 per una diminuzione del precariato all’interno dell’I.S.S. e per tutelare la continuità assistenziale ai cittadini. Respinta/approvato Odg di maggioranza.

Segretario di Stato alla Sanità, Francesco Mussoni

Elena Tonnini, Rete

Tony Margiotta, Su

Franco Santi, C10

Ivan Foschi, Su

Marco Podeschi, Upr

Paride Andreoli, Ps

Stefano Macina, Psd

 

Istanza d’Arengo n.17 per l’introduzione di una normativa che preveda la depenalizzazione dell’interruzione volontaria di gravidanza. Respinta con 27 voti contrari, 23 a favore, due astenuti  e un non votante. /Odg della maggioranza approvato con 29 voti a favore, 22 contrari, un astenuto e un non votante.

Gian Carlo Venturini, segretario di Stato alla Giustizia

Gian Matteo Zeppa, Rete

Luigi Mazza, Pdcs

Leggo l’Odg della maggioranza: ‘Il Consiglio grande e generale, preso atto dell’istanza d’Arengo n.17, ribadendo l’inviolabilità della vita umana e considerando pari dignità per la madre e il figlio nascituro, impegna il governo entro tre mesi a verificare eventuali modifiche del codice penale, per definire la non perseguibilità di chi decide di abortire nei Paesi in cui è legalmente consentito, (…)’”.

Mimma Zavoli, Civico 10

Augusto Michelotti, Su

Vladimiro Selva, Psd

William Giardi, Upr

Maria Luisa Berti, Ns

Paride Andreoli, Ps

Filippo Tamagnini, Pdcs

Mariella Mularoni, Pdcs

Francesca Michelotti, Su

Elena Tonnini, Rete

Luca Santolini, Civico 10

Stefano Canti, Pdcs

Tony Margiotta, Su

Giovanni Lonfernini, Upr

Denise Bronzetti, Indipendente

Luca Lazzari, Indipendente

Roberto Ciavatta, Rete

Andrea Zafferani, C10

Ivan Foschi, Su

Nicola Renzi, Ap

Franco Santi, C10

Marco Podeschi, Upr

Gerardo Giovagnoli, Psd

Manuel Ciavatta, Pdcs

Dichiarazione di voto su Odg /approvato con 29 voti a favore, 22 contrari, un astenuto un non votante.

Andrea Zafferani, C10

William Giardi, Upr

 

Istanza d’Arengo n.10 perché l’istituzione della famiglia sia tutelata in un’accezione ampliata atta ad includere quella costituita da persone dello stesso sesso e perché sia riconosciuta la validità dei matrimoni tra persone dello stesso sesso contratti all’estero. Dibattito da proseguire.

Francesco Mussoni segretario di Stato per la Sanità

Manuel Ciavatta, Pdcsf

Simone Celli, Ps

Andrea Belluzzi, Psd

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy