San Marino, Cs. Parla la moglie di Amati

Monica Raschi di Il Resto del Carlino: La moglie di Amati /  «Resterò in casa fino a quando Lucio non uscirà»

«Fino a quando Lucio non uscirà di prigione, io rimarrò chiusa in casa ad aspettarlo». Con queste parole Valery, la moglie di Lucio Amati  chiude ogni discorso sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto quel marito con il quale vive quasi in simbiosi da oltre 40 anni.

Non sta bene, il colpo è stato troppo duro: l’arresto all’alba del marito e quelle poche parole dette al volo al figlio Mario (anche lui indagato) da Lucio Amati prima che le porte del carcere dei Casetti si chiudessero alle sue spalle: «Pensa alla mamma».

Lei ha chiuso completamente la sua bella villetta nella parte alta di viale Ceccarini ed ha deciso di attendere, anche lei reclusa, che il marito riacquisti la libertà. E con ogni evidenza lo farà, con quella determinatezza che le deriva dalle sue origini inglesi ma anche con quella generosità che l’ha sempre contraddistinta.

Lei, la ‘straniera’ arrivata a ‘catturare’ il riccionese di buona famiglia, non era stata ben accolta, ma ha voluto ripagare ugualmente la città dove ha deciso di abitare con il suo Lucio con azioni di sostegno a chi aveva bisogno e ai giovani artisti la cui vendita di un quadro significava riuscire a mangiare.  

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy