San Marino. Decreto Covid, esercenti a rischio licenza se sono presenti nei negozi conviventi

Decreto Covid, esercenti a rischio licenza se sono presenti nei negozi conviventi

Perplessità: “Un conto è controllare gli ingressi individuali altro è essere sanzionati per la presenza”

Il principio che vuole fissare il governo con il decreto in vigore da ieri, è il divieto assoluto di assembramenti per evitare il più possibile le occasioni a rischio contagio. Di qui la chiusura di piazze e parchi e, nel fine settimana, dei negozi medio grandi, centri commerciali compresi. Per i negozi che restano aperti, come quelli di generi di prima necessità, il divieto di entrare in coppia o in più di una persona dello stesso nucleo famigliare era fissato nel decreto 46 e viene ribadito. A fare la spesa, cioè, si deve andare da soli, salvo casi particolari. E fin qui il principio è comprensibile. Lo diventa meno quando a fare da “carabinieri”, scaricando su di loro la responsabilità, devono diventare gli esercenti. E l’aggiunta del decreto 52 pare porti a questo. In diversi tra i negozianti hanno infatti espres- so perplessità, soprattutto per la sanzione prevista. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy