San Marino: decreto prepagamento Iva, De Biagi non c’entra

Germano De Biagi, consigliere del  Partito Socialista Riformista Sammarinese (ex coalizione Riforme e Libertà, minoranza in Consiglio Grande e Generale),  rende noto  che è del tutto priva di  fondamento  qualsiasi illazione circa un collegamento fra la sua contestazione al decreto sul prepagamento dell’Iva espressa pubblicamente  nell’aprile del 2010,  e la  decisione, di questi giorni,   del Governo del  Patto per San Marino, di non  rinnovare  detto decreto.

Pertanto la responsabilità della mancata proroga di detto decreto entrato in vigore il 1° maggio 2010, presentato a suo tempo come la prova materiale delle volontà delle  autorità sammarinesi di voler imboccare una strada nuova  per una trasparenza totale nei rapporti con l’Italia, ebbene, detta  responsabilità, deve ritenersi tutta dell’attuale governo ed esclusivamente e  totalmente  dell’attuale governo.

Fra l’altro va ricordato che si sono pronunciati contro il ripristino della situazione antecedente al maggio 2010,   anche autorevolissimi rappresentanti del mondo economico, al fine di evitare  un ulteriore irrigidimento della controparte italiana,  trattandosi di merci spesso utilizzate per frodi carosello.  

 

Vedi anche rettifica di De Biagi

 

Previsioni
meteo di N. Montebelli
  

Vignette
di Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy