San Marino ‘deve fare di più’. Algirdas Semeta, fisco Ue

Gabriele Frontoni di Italia Oggi ha chiesto al commissario al fisco Ue, Algirdas Semeta, se San Marino – che si accinge a votare l’adesione all’Ue – è visto ancora dall’Europa come un paradiso fiscale o il paese ha raggiunto gli standard minimi di trasparenza previsti dall’Ocse e dal Moneyuval.

Il Commissario ha risposto: Accolgo con favore l’impegno mostrato da San Marino a conformarsi agli standard Ocse e di trasparenza e di scambio di informazioni su richiesta.

Ovviamente, se il paese diventerà un membro dell’Unione Europea, dovrà adottare tutte le nostre regole in materia fiscale, e si dovrà impegnare nell’applicazione del Codice di condotta per la tassazione delle imprese.

Questo significa che San Marino dovrà eventualmente soddisfare standard ancora più elevati rispetto a quanto fatto fino ad oggi, impegnandosi pienamente ad applicare e promuovere la good governance in materia fiscale.

Leggi l’intervista completa, Italia Oggi

Previsioni meteo di N. Montebelli  

Vignette di Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy