San Marino. Direzione sul bilancio 2017 e congresso generale

Ieri sera, martedì 12 gennaio si è riunita la Direzione del Partito Democratico Cristiano Sammarinese per gli adempimenti in preparazione al Congresso Generale, che si terrà nei giorni 3-4-5 marzo p.v., e per le prime valutazioni sul bilancio previsionale del PDCS per il 2017.

La Direzione ha preso atto del lavoro fatto in questi anni, che ha visto il PDCS chiudere in attivo i bilanci degli ultimi anni, grazie ad una gestione accurata e lungimirante che ha consentito la partecipazione attiva, dei 1400 iscritti al PDCS, all’attività politica del Partito.

Prendendo visione della prima bozza riferita al bilancio previsionale del Partito per l’anno 2017, la Direzione ha espresso molta perplessità per la notevole penalizzazione economica subita, a fronte di una legge che ripartisce il contributo pubblico solo in base alla rappresentanza consiliare – peraltro fortemente penalizzata per effetto del premio di maggioranza previsto dalla legge elettorale vigente – e senza alcuna considerazione sulla reale consistenza nel Paese delle forze politiche, con particolare riferimento al numero di aderenti che ne definiscono in maniera oggettiva il bacino della propria azione politica.

La Direzione ha valutato l’opportunità di approfondire l’analisi del Bilancio 2017 per effettuare le scelte utili a confermare il trend positivo di questi anni, e di proporre una riflessione più accurata sul finanziamento pubblico ai Partiti, al fine di evitare che possano accadere fenomeni distorsivi di finanziamento, derivanti da soggetti non chiaramente identificabili, che possano influenzare la politica sammarinese, come nel caso dei recenti sondaggi commissionati a DOXA, che sembra possano rientrare in questa logica.

In merito al prossimo Congresso Generale, la Direzione ha deciso di riaggiornarsi a martedì prossimo 17 gennaio, convocando per l’occasione anche tutti i Segretari e i Vice-Segretari di Sezione, per proseguire negli adempimenti e condividere le valutazioni sul rilancio dell’azione del PDCS, derivante da una proposta politica tanto innovativa quanto aderente ai propri valori.

A questo proposito, la Direzione ha dato mandato di riattivare i gruppi di lavoro che avevano elaborato le proposte scaturite nel documento finale della Conferenza Programmatica del 2016, perché vengano ripresi ed approfonditi i contenuti da parte di tutti coloro che dalle Sezioni Locali vorranno dare il proprio contributo diretto all’elaborazione delle linee programmatiche con le quali il PDCS continuerà la propria azione politica e di rappresentanza della cittadinanza.

La Direzione, infine, ha verificato il numero dei delegati spettanti ad ogni Sezione del Partito. In rapporto al numero degli iscritti alle singole realtà locali, saranno oltre 300 – come nel Congresso del 2013 – i delegati a partecipare ai lavori dell’assise di marzo e a scegliere le linee programmatiche ed il Segretario Politico che guiderà il PDCS nei prossimi 3 anni.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy