San Marino, Finproject. Un coacervo di traffici inquietanti

Attraverso la Finproject, a leggere l’articolo di Stefano Elli pubblicato ieri su IlSole24Ore, si sarebbero svolti traffici inquietanti su cui stanno indagando il Tribunale della Repubblica di San Marino e diverse procure italiane.

Titolo:  L’inchiesta. Misteri su alcuni maxi-movimenti
di denaro sul Titano / FinProject e la pista libica / Le anomalie di una
fiduciaria sammarinese da cui passano mille vicende

Da sottolineare come il 20%  del capitale della Banca Commerciale Sammarinese,
(ora in liquidazione,
da leggersi in amministrazione straordinaria, ndr) sia
proprio della Finproject. Dopo l’uscita di Madoir dalla società,
l’amministratore della Finproject diventa Gian Luca Bruscoli, famiglia pesarese
ma consigliere diplomatico di San Marino, addetto ai rapporti con la Libia.  E’
proprio Bruscoli che usa il passaporto diplomatico per tentare di bloccare i
gendarmi sammarinesi che, il 9 febbraio, vogliono perquisire le cassette di
sicurezza della FinProject.
E’ significativo anche il fatto che il suo
collegamento con Tripoli prescinda dal mutamento di regime. Bruscoli risulta,
infatti, avere avuto ottimi rapporti con i figli del colonnello Gheddafi. Ma
anche con Moahmmed Kankun, facoltoso uomo d’affari locale, attivo nel settore
petrolifero, da sempre oppositore del colonnello. E proprio a Kankun sono
riferibili alcuni conti alla FinProject. In particolare uno su cui dal marzo
2007 al settembre 2011 sarebbero transitati 118 milioni di euro
.

Leggi l’intero articolo di Stefano Elli, IlSole24Ore

 

ASCOLTA IL GIORNALE RADIO DI

OGGI

OGGI I

GIORNALI PARLANO
DI

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Vignette

di Ranfo

Accadde oggi, pillola di
storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy