San Marino. Fondiss, Psd: ‘Suggerimenti solo dopo la presentazione della bozza’

Il Partito dei Socialisti e dei Democratici invita tutte le forze politiche a rimandare dopo la presentazione della bozza, che il Comitato Amministratore Fondiss sta integrando, i propri ulteriori suggerimenti sulla situazione gestionale del Fondo. Osservazioni-recita la nota- che ‘se fatte prematuramente potrebbero solo distrarre chi ha il compito di predisporre un testo organico e funzionale’.

Nello stesso tempo al PSD preme ribadire quanto già affermato in tempi non sospetti (e ripreso anche da altre forze politiche della Sinistra Riformista) come sia fondamentale la ‘garanzia del mantenimento del capitale versato’ ed a tutti quei rapporti gestionali consequenziali citati da Legge e Referendum. Intorno a questo semplice concetto ruota, infatti, la concreta possibilità che il Secondo Pilastro nasca solido e con garanzie robuste.  Ed è il tasto ‘garanzia’ che ci interessa maggiormente. La Legge, tra l’altro, non impedisce investimenti ‘esteri’, precisa solo che la gestione deve essere ‘residente’ e che la Banca Depositaria sia Banca Centrale, avendo sempre presente la relazione esistente tre rischio e rendimento. Una relazione che gli istituti finanziari del Titano non pare siano in grado di sostenere con le necessarie garanzie, infatti sono meno di dieci gli istituti mondiali in grado di sostenerle e ancora meno le Compagnie Assicurative.

Leggi il comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy