San Marino Fondo di Solidarietà SUMS

SOCIETA’ UNIONE MUTUO SOCCORSO
S.U.M.S.
Repubblica di San Marino

Comunicato Stampa

Fondo di Solidarietà SUMS

    La Società Unione Mutuo soccorso, visto il perdurare della crisi che continua a per versare nella Repubblica di San Marino, conferma la  sua presenza e disponibilità nel riproporre un Fondo di Solidarietà  a favore delle famiglie sammarinesi in difficoltà economica.
    Ad inizio luglio il Consiglio Direttivo della SUMS ha nominato il Comitato per il Fondo Solidarietà nelle persone di  Albani Marino come coordinatore, come membri SUMS Volpini Daniele e Tabarrini Cesare ed infine come membri terzi Ceccoli Orietta (SUMS Femminile) e Rondelli Leo (Caritas).
In pari data è stato approvato il Regolamento del Fondo di Solidarietà nel rispetto dei principi guida risalenti alla sua costituzione avvenuta il 28 maggio 1876 e tutt’ora finalizzati  al sostegno e allo sviluppo di iniziative improntate alla fratellanza, alla concordia civica e all’elevazione culturale con sovvenzioni  o provvidenze di carattere sociale e/o assistenziale.
      Il regolamento, in sintesi è rivolto ad ogni persona fisica di cittadinanza e/o residenza sammarinese che alla data della presentazione della domanda sia in possesso dei seguenti requisiti e che non rientri in una delle clausole di esclusione:
1)    sia residente effettivamente nel territorio della Repubblica di San Marino;
2)    si trovi in una delle situazioni di difficoltà come sopra specificato nelle “finalità”  previste ai  punti 1 e 2;
3)    non abbia già beneficiato o possa beneficiare nel corso dell’anno, anche all’interno del proprio nucleo famigliare, di altri interventi pubblici previsti per legge;
4)    non abbia già usufruito, anche all’interno del nucleo famigliare, nel corso dell’anno del “Fondo di Solidarietà” costituito dalla S.U.M.S.
      Le finalità, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili e con cui dare concretamente un sostegno perseguite sono:
1)    contribuire ad affrontare delle situazioni di effettivo e concreto bisogno a livello economico con conseguenti difficoltà di vivere dignitosamente il quotidiano;
2)    concorrere a migliorare situazioni di indigenza comprovata;
3)    cercare di fornire risposte che vadano incontro alle effettive esigenze tenendo dunque conto  delle differenziate situazioni, specificità e bisogni individuali, possibilmente attraverso un confronto con realtà operanti nel volontariato e nel sociale;
4)    tendere a finanziare attività, necessarie a favorire le condizioni di autosufficienza degli individui, consistenti in beni, servizi e prestazioni che non siano erogate od erogabili dallo Stato e dall’ISS.
      Coloro che faranno richiesta per poter usufruire del “Fondo di Solidarietà” dovranno presentare la documentazione necessaria al fine di comprovare quanto indicato al punto 2 (finalità) ed al punto 3 (destinatari) del Regolamento, tenendo conto che la domanda dovrà essere presentata su apposito modulo predisposto, alla Segreteria della S.U.M.S..
Questa in seguito, potrà convocare eventualmente il richiedente per completare e perfezionare la pratica, con l’ausilio di un incaricato facente parte della Commissione.
San Marino, 23 luglio 2014/1713 d.F.R.
Segreteria SUMS

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy