San Marino Futsal Cup: i possibili scenari al traguardo

Domani le squadre sammarinesi di calcio a 5 scenderanno in campo per l’ultimo appuntamento della stagione regolare di San Marino Futsal Cup. Torneranno in scena anche le squadre del Girone A, dove a comandare la classifica è il Tre Penne, atteso dallo scontro diretto con la Juvenes/Dogana, in ritardo di tre punti dalla vetta.
Dunque da questa sfida uscirà il nome della squadra che chiuderà la regular season davanti a tutti, con il Tre Penne in grado di farsi bastare anche un pareggio. La Juvenes – ça va sans dire – in questo senso dovrà necessariamente vincere. Ma c’è un altro tema di interesse primario per i biancorossoazzurri, che in caso di sconfitta potrebbero addirittura essere estromessi dalle fasi finali, perché alle loro spalle Tre Fiori e La Fiorita non sono a distanza di sicurezza.
Se le due squadre gialloblù dovessero vincere le loro partite, e contemporaneamente la Juvenes dovesse perdere con il Tre Penne, si creerebbe infatti un gruppetto di tre squadre a quota 9. A quel punto si bypasserebbe il criterio dei punti totalizzati negli scontri diretti – perché tutte e tre le contendenti avrebbero una sconfitta ed una vittoria a testa – e si guarderebbe direttamente alla differenza reti totale negli stessi.
Da questo punto di vista la classifica è già bella e pronta, con La Fiorita davanti a tutti grazie al suo +2, il Tre Fiori secondo a +1 e la Juvenes ultima con un saldo passivo: -3. Ergo, assieme al Tre Penne accederebbero alle fasi finali La Fiorita e Tre Fiori.
Per scongiurare questo scenario, comunque, alla Juvenes va bene anche un pareggio. A quel punto, infatti, né Tre Fiori né La Fiorita potrebbero colmare il loro ritardo dai biancorossoazzurri, e in caso di arrivo a pari punti fra le due squadre gialloblù farebbe fede il semplice esito dello scontro diretto, che alla 4° giornata ha visto La Fiorita imporsi con il punteggio di 6-3.
Tornando alle gare di domani, La Fiorita avrà di fronte il fanalino Folgore – ancora a zero punti nel torneo – e il Tre Fiori il Pennarossa, che non potrà in alcun modo rientrare in corsa per il passaggio del turno perché, anche qualora dovesse chiudere a pari punti con La Fiorita e Tre Fiori, pagherebbe le sconfitte patite nei due scontri diretti.
Il Fiorentino, trovata la prima vittoria nella scorsa giornata, cercherà di chiudere la stagione regolare con un altro successo. Di Paolo è in forma e lo ha dimostrato anche giovedì scorso, quando ha firmato cinque degli otto gol segnati dalla sua squadra alla Libertas. Di fronte ai rossoblù si parerà il Faetano, che come loro ha all’attivo tre punti e che dunque non avrà alcuna intenzione di farsi superare.
Nel Girone B la lotta per il passaggio del turno si è fatta più calda dopo gli eventi della penultima giornata. Il Domagnano non ha potuto festeggiare la qualificazione anticipata e dovrà fare almeno un punto – che garantirebbe passaggio del turno e conservazione del secondo posto- nella gara di domani con il Cosmos, il quale a sua volta ha l’assoluta necessità di vincere se vuole sperare di continuare la propria avventura.
La Virtus, infatti, grazie alla vittoria di giovedì nello scontro diretto con i gialloverdi, li ha raggiunti al terzo posto ma si è messa virtualmente davanti a loro. Domani i neroverdi affronteranno il fanalino Libertas – zero punti in cinque partite disputate – e potrebbero pure farsi bastare un pareggio qualora anche il Cosmos dovesse chiudere la regular season con una “X”: in quel caso, infatti, le due squadre rimarrebbero a pari punti ma la Virtus avrebbe la meglio proprio grazie alla vittoria nello scontro diretto.
C’è anche un’altra eventualità: quella di un possibile arrivo a pari punti (12) fra Domagnano, Virtus e Cosmos. È sostanzialmente quello che si augura il Cosmos, costretto – perché ciò diventi realtà – a battere il Domagnano.
Assumendo che la Virtus faccia tre punti con la Libertas, a quel punto – per stabilire le due squadre ammesse alle fasi finali assieme al Murata capolista – farebbe fede la differenza reti negli scontri diretti. In questo senso però, a differenza dell’altro girone, i giochi non sono ancora chiusi, perché manca l’ultimo tassello: appunto l’esito di Domagnano-Cosmos.
Per il momento si sa soltanto che il Domagnano vanta un provvisorio +4, frutto della larga vittoria nella gara con la Virtus, che quest’ultima accusa un -3 – combinazione di quella sconfitta e del successo sul Cosmos – e che i gialloverdi sono virtualmente secondi con il loro -1.
È chiaro che la Virtus non tifa per il successo del Cosmos, domani, ma se proprio questo dovesse arrivare, Morganti e compagni si augurano che esso assuma proporzioni titaniche: almeno con 7 reti di scarto, o una in più nel caso in cui il Domagnano dovesse trovare la via del gol.
Questo perché il criterio successivo a quello della differenza reti negli scontri diretti è quello del numero di gol segnati negli stessi, ed in questo momento Virtus e Domagnano possono contare sullo stesso bottino: 4 gol.
Il Murata, già da tempo certo di passaggio del turno e primo posto, domani osserverà il turno di riposo.
Questo il programma della 7. giornata di San Marino Futsal Cup:

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy