San Marino. Gendarmeria, l’operatività del 2021. Raddoppiano denunce di danneggiamento e furti

Il Comandante del Corpo della Gendarmeria, Maurizio Faraone, ha comunicato i dati relativi all’operatività del Corpo nell’anno 2021.

“Le attività condotte dal Corpo della Gendarmeria nel 2021 sono risultate ancora condizionate dall’emergenza sanitaria da COVID-19, che ha imposto, per quanto non in misura così impattante come nell’anno precedente, un suppletivo impegno in termini di controlli di polizia per garantire il rispetto delle specifiche normative (tra parentesi per comparazione il dato rilevato nel 2020):

  • 156 pattuglie (1.163);
  • 253 persone identificate (113.877);
  • 301 autocertificazioni raccolte (99.620);
  • 484 controlli presso operatori economici (1.344);
  • 49 sanzioni pecuniarie elevate (163).

Da precisare che i numeri significativamente più elevati nel 2020 vanno ricondotti prevalentemente alla prima fase pandemica, caratterizzata da un regime rafforzato di controlli dinamici e statici presso i confini nazionali.

L’impegno per assicurare le ordinarie attività istituzionali si è concretizzato in ulteriori 2.143 pattuglie (2.141) e 1.908 posti di controllo (2.024), durante i quali si è proceduto all’identificazione di 17.959 persone (10.469) ed alla verifica di 8.310 veicoli (7.792).

Non sono state registrate rapine ma, purtroppo, sono più che raddoppiate le denunce per danneggiamento, 191 (72), ed è aumentato il numero dei furti denunciati a questo Corpo, 151 (68), dei quali 19 (21) quelli consumati in abitazioni, 51 (8) in esercizi commerciali/industriali/artigianali e 78 (10) su veicoli”.

La nota precisa come sia “frutto delle investigazioni svolte dalla Gendarmeria il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 171 (83) persone ritenute responsabili, tra l’altro, di: uso/detenzione/introduzione/spaccio di sostanze stupefacenti, false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale, offese a Pubblico Ufficiale, violenza e minaccia contro l’Autorità, furto, ubriachezza molesta, disturbo alla quiete pubblica, inosservanza di ordine legittimo dell’Autorità, tentata truffa, illeciti penali stradali.

Preme ricordare in particolare i 5 arresti (tra i quali purtroppo quello di un appartenente al Corpo) e le 22 denunce a piede libero in materia di stupefacenti nonché le 34 denunce per tentata truffa, risultato di strutturate indagini del Reparto Operativo e di Polizia Giudiziaria il quale, in aggiunta, ha anche evaso 83 Decreti di delega dell’Autorità Giudiziaria“.

Inoltre “le pattuglie della Gendarmeria sono intervenute a seguito di 159 chiamate per dispute e diverbi, di cui 37 vagliate come liti famigliari e prese in carico dall’Ufficio Violenza di Genere e Minori generando 6 segnalazioni al Giudice Tutelare e 9 al Giudice Inquirente per fatti inerenti la violenza contro le donne (con la presenza di minori in 10 casi), 1 segnalazione al Giudice Tutelare e 6 al Giudice Inquirente per reati contro i minori nonché 10 segnalazioni all’U.O.C. Igiene Mentale e 14 al Servizio Minori.

Presso il Carcere nazionale, precisa il Comandante “sono state associate 19 (7) persone, tra le quali 2 donne, 10 (5) cittadini sammarinesi e 9 (1) stranieri. I detenuti associati al Carcere dai militari della Gendarmeria sono stati 9 (5).

Considerando complessivamente 250 (212) giorni di detenzione, il personale ha sostenuto 1.119 turni di servizio di vigilanza presso il Carcere”.

Si confermano onerose, aggiunge la nota “le attività di ordine pubblico e sicurezza, che hanno coinvolto l’organico del Corpo con 1.900 (1.917) turni di lavoro e 72 (28) servizi di scorta e tutela.

I militari del Reparto Servizi di Prevenzione e Controllo del Territorio hanno rilevato 64 (57) sinistri stradali, di cui nessuno mortale e 8 (6) con feriti”.

Il comunicato spiega inoltre che “l’Ufficio Stranieri ha curato il rilascio/rinnovo di 330 (271) Permessi di soggiorno ordinario, 114 (90) Permessi speciali, 610 (720) Permessi temporanei, 147 (151) Permessi stagionali, 52 (60) Permessi per imprenditori e loro famigliari, 62 (50) Permessi turistici, 388 (251) Permessi per convivenza, parentale e per minori e 90 (95) Carte di residenza. Inoltre, ha effettuato 470 (365) controlli domiciliari e 8.624 (4.188) verifiche tramite i canali internazionali di polizia propedeutiche al rilascio dei titoli di soggiorno e per accertare la regolarità della permanenza degli stranieri in territorio, in specie per lavoro, contestando 24 (16) sanzioni amministrative.

L’Ufficio Armi ha trattato: l’acquisto/cessione di 752 (610) armi fra privati sammarinesi; 48 (72) acquisti e 24 (39) vendite di armi da parte di privati sammarinesi da e verso l’Italia; la vendita da parte delle armerie di 214 (169) armi a residenti sammarinesi, 312 (366) a soggetti residenti in Italia e 152 (54) a residenti in altri Paesi; 96 (64) procedure di rilascio/rinnovo di licenze di porto d’armi ad uso sportivo e 232 (282) ad uso venatorio; 339 (175) rilasci di Nulla Osta per la detenzione di Armi; 2 (8) provvedimenti di ritiro di licenze di porto d’arma/licenze da caccia con conseguente sequestro di 14 (51) armi.

Il Reparto Comando ha espletato: 224 (143) attestazioni di residenza effettiva e 753 (614) certificati di buona condotta (100 delle suddette certificazioni a corredo delle istanze presentate al Consiglio dei XII); 107 attestazioni di soggiorno/residenza e 105 pareri per le istanze di naturalizzazione; 720 (259) comunicazioni/autorizzazioni di eventi e manifestazioni gratuite o a pagamento (per le quali in diversi casi ci si è avvalsi della collaborazione del Servizio di Protezione Civile); 98 notifiche di atti giudiziari in Italia e 759 notifiche di atti giudiziari ed amministrativi all’interno del territorio; 823 accertamenti anagrafici su attivazione dell’Ufficio Stato Civile, dell’Ufficio Prestazioni Economiche dell’I.S.S., dell’Ufficio Diritto allo Studio e della Direzione Scuole Elementari; 27 richieste di informazioni da parte di Autorità amministrative italiane ai sensi dell’art. 36 della Convenzione d’Amicizia e di Buon Vicinato fra la Repubblica di San Marino e l’Italia; 30 pratiche per istanze di riabilitazione.

In ultimo, conclude la nota “la Centrale Operativa Interforze, con funzioni di coordinamento del controllo del territorio sotto la responsabilità dei Comandi di tutti e tre i Corpi di Polizia, ha ricevuto 57.668 (74.510) chiamate dalle quali sono scaturiti 16.602 (17.873) interventi da parte delle pattuglie.

Nel rimarcare il prezioso ausilio dei Corpi Militari Volontari, la fattiva collaborazione con i Corpi di Polizia Civile e della Guardia di Rocca – Nucleo Uniformato nonché la continua e proficua interazione con gli organi di polizia delle limitrofe province italiane, soprattutto di Rimini, fondamentale per la maggior efficacia delle misure adottate ai fini della sicurezza e della prevenzione dei reati nei territori, desidero rivolgere un sincero ringraziamento agli organi di stampa per l’attenzione che dedicano al nostro lavoro con rispetto e senso di responsabilità”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy