San Marino Green contro il Jova Beach Party

Gli organizzatori di San Marino Green prendono posizione contro il Jova Beach Party.

Nelle giornate dell’8 e 9 luglio sono attesi ottantamila spettatori paganti, che si riverseranno sulla spiaggia di Marina di Ravenna, tra il molo sud e lo stabilimento Marina Bay, per ballare e cantare insieme a Jovanotti, in un’area di trentamila metri quadrati. Per predisporre tale operazione sarebbero stati abbattuti un cospicuo numero di tamerici con gravi ricadute sulla ventilazione interna della pineta.

“Come ideatore del San Marino e Montefeltro Green Festival mi ritengo profondamento deluso e arrabbiato per l’atteggiamento di un artista come Jovanotti che in passato ha dimostrato grande attenzione ai temi del sociale e dell’ambiente – dice Gabriele Geminiani che così continua – Non riesco a capire come Jovanotti insista negli anni nel voler portare i suoi concerti con logistica, persone, veicoli, in luoghi naturali in cui si trova una ricca biodiversità e dove uccelli migratori sostano e nidificano. I grandi concerti vanno fatti negli stadi proprio nel rispetto degli animali e dell’ambiente, oltre che per una questione di sicurezza. Rimango basito che gli stessi fans del cantante non si esprimano in tal senso.

Sbagliare è umano – conclude Geminiani – ma perseverare è diabolico. Per tale motivo non escludiamo dimostrazioni contro l’iniziativa “.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy