San Marino. Il caso Vannucci esplodera’ in Italia?

Il trasferimento della dr.ssa Rita Vannucci  da Commissario della Legge presso il Tribunale della Repubblica di San Marino a funzionario presso la Fondazione della  Banca Centrale è stato deciso “colà dove si puote ciò che si vuole“. Senza alcuna effettiva spiegazione.

Conseguenze? A San Marino e in Italia.

A San Marino il   trasferimento  della dr.ssa Vannucci  potrebbe finire per giustificare – chi si lamenterà? –  un ulteriore  prolungamento  del segreto istruttorio  sul  Conto Mazzini con relativa secretazione dei tanti faldoni sequestrati, appunto su ordine della dr.ssa, presso la sede della Banca Commerciale
Sammarinese
  o presso le finanziarie Pradofin  e Finproject, appartenenti alla galassia di detta Banca.
Insomma fra poco calerà il silenzio.
Al più ci si occuperà dell’eventuale mantenimento del trattamento economico.

In Italia le cose potrebbero andare diversamente   a giudicare da quanto riportato da Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino nell’articolo relativo alla presentazione del Report Caponnetto:
«Le sue dimissioni
mi sembrano un fatto
molto grave che va approfondito
– spende parole
di stima il senatore
Giarrusso che ha presenziato
ai lavori della Caponnetto
assieme al collega
di Palazzo Madama
Giuseppe Lumia (Pd) -: la
Vannucci è da tempo il
riferimento a San Marino
delle procure italiane
distrettuali antimafia
.
Le sue dimissioni sono una
battuta d’arresto ai
passi fatti in avanti dalla
Repubblica di San Marino».

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy