San Marino. Il giornalista Antonio Caprarica al Salotto di Villa Manzoni

San Marino, 3 maggio 2018 – Giornalista televisivo ed apprezzato autore, Antonio Cararica sarà ospite dell’Ente Cassa di Faetano al Salotto di Villa Manzoni per presentare il suo ultimo libro: “Rayal Baby. Vite magnifiche e viziate degli eredi al trono”, insolito punto di vista per raccontare le storie delle famiglie reali. Martedì 8 maggio alle 21.00, ingresso libero.

«Ultimo dandy del giornalismo catodico, corrispondente eccentrico, un po’ personaggio e un po’ guitto, l’unico erede legittimo di Sandro Paternostro, suo predecessore a Londra» così Stefano Lorenzetto descrive un giornalista che è anche un grande personaggio. Antonio Caprarica: al piccolo trotto fra i mercatini oppure elegante navigatore sul Tamigi, camicie colorate e cravatte rigate, cadenza da aborigeno, “Antonio Caprarica da Londra per la Rai”, tutto d’un fiato, non lo dimenticheremo mai. Anche oggi che con la Rai ha rotto i rapporti e non lo vediamo più irrompere nelle nostre case durante il tg della sera.

Patito di pashmine e di cravatte. La sua tinta preferita, «l’azzurro carta da zucchero». Sposato con la pianista Iolanta Miroshnikova, conosciuta durante un ricevimento all’ambasciata italiana a Mosca, Caprarica è anche uno scrittore assai prolifico, una lista lunghissima di libri, tutti con la Sperling & Kupfer. Come l’ultimo, uscito proprio a fine aprile: “Royal Baby”, vite magnifiche e viziate degli eredi al trono, un insolito punto di vista per raccontare le storie delle famiglie reali.

Ma cosa significa per un bambino essere l’erede al trono? All’apparenza, poter godere di privilegi inarrivabili, in realtà, anche il doversi sottoporre a modelli di comportamento che sembrano studiati apposta per creare dei disadattati in lotta con il proprio destino. Ne sa qualcosa Carlo d’Inghilterra, al quale il libro dedica un vivace e accurato ritratto: a tre anni ha già imparato a fare l’inchino alla bisnonna, la regina Mary, e a quattordici subisce in un collegio gelido e isolato una disciplina da caserma e le umiliazioni dei bulli. E se oggi i suoi figli e i suoi nipoti sono trattati con minor severità, l’attenzione ossessiva dei mass media rende la loro esistenza piuttosto scomoda.

Avanti e indietro nel tempo, infilandosi nelle residenze reali di tutta Europa, Antonio Caprarica registra gli aspetti più significativi e curiosi di molte infanzie dorate e complessate. La stanza dei bambini diventa un insolito punto di osservazione per indagare, attraverso le storie di diversi, famosi eredi – la regina Vittoria, Carlo e William d’Inghilterra, Vittorio Emanuele III di Savoia, Filippo di Spagna, Harald di Norvegia e altri ancora, il senso attuale di una istituzione che affida le sorti delle nazioni a una lotteria genetica.

Per Villa Manzoni, e per il suo salotto letterario, voluto e promosso da Ente Cassa Faetano, Antonio Caprarica sarà dunque un prestigioso personaggio che saprà farci entrare nelle vite meravigliose, ma non sempre, dei protagonisti della politica e dei rotocalchi, dal punto di vista del gossip, ma non solo.

L’appuntamento è per martedì 8 maggio, ore 21. Ingresso libero.

ANTONIO CAPRARICA ha accumulato la sua vasta esperienza internazionale in trent’anni di reportage televisivi dall’estero: per la Rai è stato prima inviato di guerra in Afghanistan e Iraq, poi corrispondente da Gerusalemme, Il Cairo, Mosca, Parigi e Londra. Ha lavorato anche nella carta stampata, come commentatore politico dell’Unità e di Epoca e condirettore di Paese Sera, e in radio, come direttore dei Giornali Radio Rai e Radio 1. Caprarica ha vissuto nella capitale inglese dal 1997 al 2006 e ancora dal 2010 al 2013, anno in cui ha lasciato la Rai dopo un divorzio turbolento dalla tv pubblica. Per la sua attività ha ricevuto i più prestigiosi premi di giornalismo. È autore di romanzi, racconti di viaggio e saggi. Tra i suoi titoli di maggior successo, tutti pubblicati da Sperling & Kupfer, La ragazza dei passi perduti, Dio ci salvi dagli inglesi… o no!?, C’era una volta in Italia, Il romanzo dei Windsor, Il romanzo di Londra, Intramontabile Elisabetta e L’ultima estate di Diana.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy