San Marino. Il saluto di fine anno della Reggenza: ‘Solidarietà tra cittadini, sostegno alle famiglie’

SAN MARINO. Un anno difficile, il 2013, con una crisi profonda che ha inciso sulle attività economiche e che ha avuto pesanti ripercussioni sul bilancio dello Stato. Sono state prese decisioni sofferte per creare fondamenta più solide. Così la Reggenza della Repubblica nel tradizionale messaggio di fine anno, nel quale toccano tanti temi delicati. 

(…) L’impegno di chi ha responsabilità di governo dovrà ora essere rivolto, senza indugi, all’adozione di provvedimenti volti al sostegno di quei nuclei famigliari che, dopo aver perso il lavoro, si ritrovano privi di qualunque fonte certa di reddito con l’auspicio che questa condizione di particolare difficoltà possa ben presto essere superata. (…)

Dobbiamo dedicare ogni sforzo per far sì che la nostra Repubblica possa crescere come società basata sulla conoscenza, sulla cultura e sulla piena valorizzazione del capitale umano. E ciò significa coltivare e valorizzare le intelligenze, investire in cultura, formazione e ricerca, per essere pronti ad aprirsi al mondo e ad affrontare le sfide del presente e del futuro. Senza sottovalutare le potenzialità di settori quali il turismo che resta un cardine fondamentale per lo sviluppo di un Paese depositario di peculiarità uniche e di uno straordinario patrimonio storico e culturale, riconosciuto dall’UNESCO, e con una forte vocazione all’accoglienza e all’ospitalità. (…) 

Il benessere di una comunità non dipende solo da condizioni materiali ma dalla consapevolezza di essere legati ad un destino comune, dalla ricchezza e dalla qualità delle relazioni umane, dalla diffusione di valori di solidarietà tra i cittadini e tra le generazioni e di rispetto per il proprio territorio e il proprio ambiente. (…)

[Leggi il messaggio integrale]

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy