San Marino. Insediamento Reggenti fra le ‘proteste’

Il Resto del Carlino San Marino: La cerimoniaI Reggenti si insediano tra le protesteTanti i cittadini che hanno manifestato contro la mancanza del cambiamento in politica 

I Reggenti  si insediano fra le  proteste. Gabriele Gatti e Matteo Fiorini  giurano scortati verso Palazzo  Pubblico da un centinaio di  persone che danno vita ad una manifestazione  civile e composta. 

Una maschera bianca calata sul  volto. «Non siamo d’accordo con  questa politica — spiegano —,  chi per decenni ha avuto la responsabilità  di comando, alla luce  di quanto sta accadendo, con fatti  di cronaca che minano la nostra  autonomia e rispettabilità, non  può rappresentare la cittadinanza  di una Repubblica civile».

Il riferimento  è a Gabriele Gatti, la protesta  è civile e la cerimonia prosegue.

In sottofondo c’è l’inno ufficiale,  la bandiera di San Marino si  alza in piazza della Libertà e l’oratore  ufficiale è Renato Brunetta,  un ministro italiano nella speranza  che i rapporti con la vicina Italia  possano presto ritornare alla  normalità.

Leggi

la
protesta
degli indignati

l’intervento del vescovo sul patto scellerato (pactum sceleris) fra camorra e politica.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy