San Marino. Iss, nuovo caso di privatizzazione strisciante. Francesca Michelotti

Francesca Michelotti, consigliere di sinistra Unita, denuncia: ‘il Segretario Mussoni sembra procedere testardamente, e a quanto
pare senza nessuna obiezione da parte dei suoi colleghi di governo e di
coalizione, sulla strada della privatizzazione strisciante del nostro
Istituto per la Sicurezza Sociale’.

 L’istituzione di un call-center con il compito di centralizzare e gestire tutte le telefonate in arrivo ai centri sanitari apre un nuovo, preoccupante capitolo della privatizzazione strisciante dell’ISS.
L’iniziativa rientra nel processo di riorganizzazione della medicina di base, anche se non è esplicitamente prevista nella proposta recentemente portata dal Segretario di Stato alla Sanità Francesco Mussoni all’approvazione del Consiglio Grande e Generale.
Ho già avuto modo di esprimere pubblicamente la disapprovazione e lo sconcerto per la riforma prospettata che sembra mancare tutti i suoi nobili propositi, generando invece un serio peggioramento del servizio che va ad inasprire ingiustificatamente il lavoro di chi opera nei centri sanitari senza conseguire alcun vantaggio. Sono soprattutto i pazienti ad essere penalizzati, a cominciare dalla riduzione delle ore per le viste domiciliari e dalla necessità di dover prendere permessi infrasettimanali dal lavoro per farsi visitare dal proprio medico.
Uno dei punti meno convincenti della proposta è l’idea di realizzare un non meglio precisato servizio di front-office per il quale si prevede quasi il raddoppio del personale amministrativo attualmente in forza presso i centri sanitari. Per quanto mi consta, almeno come paziente e assistita ISS, sono sempre stata soddisfatta dal servizio di accoglienza e di informazione telefonica svolto dalle infermiere allo sportello, e dunque l’idea di cambiare qualcosa che funziona bene appare quantomeno bislacca.

Leggi il comunicato di Francesca Michelotti, Su

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy