San Marino. La Serenissima: “Medicina di base allo sbaraglio”

Medicina di base allo sbaraglio

Troppe difficoltà colpiscono la ‘medicina primaria’; non si può attendere il nuovo ospedale per intervenire

“Piange il telefono” recitava una famosa canzone di 40 anni fa. Piange e nessuno risponde, è l’appello accorato degli utenti che vorrebbero comunicare con il proprio medico di base, ma invano. I telefoni nei centri sanitari e nelle condotte minori squilla in continuazione e continuerà a farlo sempre con più frequenza con l’avvicinarsi dell’inverno, ma il servizio di medicina di base piuttosto che attrezzarsi per reggere all’urto, peggiora. Fortunatamente il Covid per ora ci sta lasciando abbastanza in pace, e le occasioni per gestire pazienti a domicilio sono ancora rare, ma la disorganizzazione in cui versa la medicina di base intimorisce i cittadini (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy