San Marino. Le ‘bufale’ e il ruolo dei social in un convegno dell’Università

Le principali dinamiche relative ai media digitali e alla disinformazione verranno approfondite durante una giornata di confronto in cui l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino darà la parola a esperti e docenti provenienti da realtà accademiche di città come L’Aquila e Pisa, oltre a diplomatici, rappresentanti istituzionali e professionisti.

Lo annuncia un comunicato stampa dell’Università. “A essere affrontati, giovedì 20 maggio, saranno temi come le possibili derive disinformative dei digital media nella formazione scolastica, la nascita e diffusione di ‘bufale’ in materia di salute, il fenomeno del fact-checking e il ruolo dei social nella guerra ibrida.
Fra gli interventi in programma durante il convegno, che si svolgerà in modalità telematica, quelli del Rettore dell’Ateneo sammarinese, Corrado Petrocelli, di Enrico Borghi del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica Italiana, dell’ambasciatore d’Italia sul Titano Sergio Mercuri e di Sylvie Bollini, rappresentante permanente di San Mario al Consiglio d’Europa.
L’iniziativa, organizzata sotto il coordinamento scientifico di Luca Gorgolini, docente dell’Ateneo sammarinese, vede impegnati il Dipartimento di Storia e il Dipartimento di Scienze Umane, nello specifico con il coinvolgimento del corso di laurea in Comunicazione in Digital Media. Proprio sulla pagina Facebook del programma formativo triennale, @unirsm.digitalmedia, sarà possibile seguire in diretta tutti gli interventi.
I lavori della mattinata si svolgeranno dalle ore 8:45 alle 13, quelli del pomeriggio dalle 14:30 alle 18:30. Previsti in apertura i saluti del Segretario di Stato per l’Istruzione e la Cultura, Andrea Belluzzi, e del Segretario di Stato per il Lavoro, la Programmazione Economica e l’Informazione, Teodoro Lonfernini”.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy