San Marino, Licenzopoli. ‘Da sbellicarsi dalle risate’. Antonio Fabbri

Antonio Fabbri di L’Informazione di San Marino: Roba da sbellicarsi  dalle risate 

Davvero tutta roba da ridere. 
La trasparenza?
A San Marino? 
Già suscita l’ilarità che si  inneggi alla limpidezza delle  istituzioni e poi ci si riunisca  in seduta segreta per discutere  di un caso che tutti conoscono.  In seduta segreta, capite? Più  trasparente di così.  

Ho davvero le ganasce indolenzite dal ridere! Eppoi  sentite, sentite questa ripetuta un giorno sì e l’altro  pure da governo e maggioranza: “Abbiamo imboccato  con decisione la strada della trasparenza. E  chi sbaglia paga”. “Con decisione”, capite? Troppo  forte. Ma allora davvero a Palazzo sono convinti di  un ebetismo collettivo e che tutti hanno l’anello al  naso, la segatura in testa e pendono da ogni fandonia  che si racconta sul Pianello! 

No, no, non ho più parole perché mi viene troppo  da ridere. E chissà come rideranno anche al Greco,  il Gruppo europeo di stati contro la corruzione,  quando sapranno cosa è successo sul caso Licenzopoli    in  Commissione  Finanze , con un Odg approvato  per fare pagare i responsabili che però, per una  interpretazione precedente in un’altra commissione,  è come se non fosse stato approvato e i responsabili  non pagheranno.

Io dico che da Strasburgo le risate  si sentiranno fino a Roma.

Leggi Roba da sbellicarsi dalle risate, di Antonio Fabbri, L’Informazione di San Marino

Leggi anche

Licenzopoli.
Quelle tre archiviazioni.
Antonio Fabbri

Licenzopoli.
I partiti di governo votano per un colpo di spugna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy