San Marino. L’Usc prende le distanze dalle critiche all’Usot

L’informazione di San Marino

L’Usc prende le distanze dalle critiche all’Usot e dice no alle “diatribe sterili”

Era abbastanza chiaro che la lettera inviata ieri da Marisa Neri ai giornali sammarinesi rispecchiava la sua personale opinione. Tuttavia l’Usc ha inviato una nota in cui ribadisce quelle che sono le posizioni ufficiali dell’Associazione di categoria: “Il Direttivo dell’Unione Sammarinese Commercio e Turismo precisa che l’articolo apparso sulla stampa a firma Marisa Neri, è il pensiero espresso pubblicamente dalla firmataria, che da qualche tempo non partecipa ai lavori dell’associazione e quindi non ne rappresenta la posizione. L’Usc non condivide né i passaggi né i contenuti, non condivide l’atteggiamento del “divide et impera”, al contrario, crede nel valore delle azioni concrete rivolte al bene della collettività, inoltre crede che fare sistema, pensiero astruso in questo paese, sia l’unica via perseguibile. Continueremo a pretendere e a perseguire il tanto proclamato cambio di atteggiamento che, a nostro avviso, deve avvenire in primis da chi è stato eletto. Reputazione, onorabilità, diritto, accoglienza, non sono parole vuote con cui riempirsi la bocca o da usare unicamente come slogan. Siamo convinti che per riappropriarci di questi valori fondamentali sia necessario un “mea culpa” a partire dalla politica, tutta, senza distinzioni. Nelle famiglie sono i genitori a dover dare il buon esempio, insegnando ai propri figli, la capacità di ragionamento senza dare aria alla bocca e invitandoli ad usare la testa, se c’è…!
Non vogliamo assistere a diatribe sterili per distogliere l’attenzione da questioni ben più importanti che riguardano il Paese. L’Usc è attenta ad altro piuttosto che a semplici manifestazioni di singoli pensieri”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy