San Marino. Meteo: la cima del monte Titano sommersa dalla neve, deciso miglioramento dal primo pomeriggio

Il monte Titano sommerso dalla neve, questa notte nuove intense precipitazioni nevose nella parte alta di San Marino (dai 300-400 m in su) hanno ulteriormente incrementato lo spessore della neve oltre i 60/70 cm, in alta val Marecchia si segnalano punte oltre gli 80/90 cm fattore che ha spinto molti sindaci a tenere chiusi gli istituti scolastici di ogni ordine e grado per la giornata di oggi (così come a San Marino)
L’innalzamento della temperatura ha interessato, nella notte, solo le zone più pianeggianti, limitrofe al mare ( 6° a Rimini, 2°C a Serravalle) e non ha raggiunto la parte più alta dell’entroterra dove hanno insistito precipitazioni nevose intense per tutta la notte.
Nel corso della mattinata di oggi sono previste ulteriori precipitazioni nevosi, a tratti intense, nell’entroterra romagnolo e a San Marino, nevose inizialmente oltre i 300 m ( in progressivo innalzamento) a causa del passaggio di un nuovo fronte perturbato in risalita dal basso Adriatico, che attraverserà le Marche nelle prossime ore. L’entrata di aria più mite raggiungerà anche l’entroterra romagnolo nel corso della mattinata, ciò favorirà un progressivo aumento della quota delle nevicate con innalzamento del limite della neve verso quote via via più alte, tramutando la neve in pioggia.
Un deciso miglioramento è previsto a partire dalle prime ore del pomeriggio, quando il minimo depressionario lascerà la Romagna in direzione mar Ligure, permettendo l’apertura di ampie schiarite e il ritorno del sole nel corso del pomeriggio. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy