San Marino. Meteo: weekend di neve, pioggia e vento forte da nord, i due principali modelli previsionali delineano due scenari differenti

Prima debole neve è arrivata sul monte Titano sospinta dai freddi venti polari marittimi che scendono dal nord Europa e che hanno fatto calare drasticamente la temperatura rispetto ai giorni scorsi.
Questa parentesi di maltempo invernale proseguirà nel weekend quando è previsto l’arrivo di due perturbazioni nevose in risalita dal basso Adriatico verso la Romagna e San Marino. Come descritto nell’aggiornamento precedente, la dinamica delle correnti in quota è molto variabile e la quota delle nevicate sarà molto variabile tra sabato e lunedì (dalla pianura all’alta collina/montagna), questo perché la risalita del minimo depressionario da sud sarà preceduto da venti freddi nordorientali che manterranno la quota delle neve attorno ai 100-200 m poi con il posizionamento del minimo sulla Romagna, questo richiamerà venti più miti da sudest innalzando rapidamente la quota della neve verso i 600/700 m e oltre. Questo nel giro della stessa giornata.
Venerdì 20 gennaio: venti moderati da nord, cielo coperto e neve debole fino a quote molto basse (fiocchi di neve questa mattina stanno scendendo fin verso Cervia e Cesenatico) in leggera intensificazione a tratti tra il pomeriggio/sera. Temperatura attorno ai -1/0°C.

Sabato 21 gennaio: arriva la prima perturbazione in risalita dal mar Adriatico meridionale verso nord, avremo un’ intensificazione delle nevicate durante la giornata con nevicate a tratti intense sopra i 300/400 m. La quota delle nevicate tenderà leggermente ad alzarsi durante la giornata (dai 0-200 m ai 300-400 m) in concomitanza della risalita del minimo da sud verso la Romagna e lo spostamento dei venti in quota da nord a est. Attenzione venti forti al mattino con raffiche attorno ai 50 km/h. Temperatura attorno ai -2/0 °C

Domenica 22 gennaio: il minimo depressionario insisterà sul medio Adriatico, qui i due modelli previsionali principali delineano due scenari opposti. ICON-EU pone l’accento sulla prevalenza di venti più miti meridionali collegati al minimo in risalita da sud, dunque l’innalzamento veloce della temperatura e di conseguenza della quota delle nevicate oltre i 700/800 nel corso della giornata, questo scenario dunque esclude la neve a San Marino nella giornata di domenica. ECMWF invece prevede il mantenimento di una circolazione più nordorientale e quota della neve solo in leggero aumento ma attorno ai 600-700 m, dunque con nevicate sulla parte alta di San Marino.

Lunedì 23 gennaio: seconda perturbazione in risalita dall’Adriatico meridionale, anche qui i due principali modelli previsionali prevedono due scenari completamente diversi:  ICON-EU invece prevede il prevalere di venti più miti meridionali e piogge intense a San Marino e quota della neve in risalita verso quote montane nell’Appennino tosco-romagnolo. ECMWF giornata di nevicate intense con quota della neve a tratti verso i 0-200 m anche a San Marino e in Romagna e venti freddi da nordest.

Martedì 24 gennaio: qui i modelli sono concordi nella presenza di nuvole e deboli piogge fino a quote montane.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy