San Marino nella lista grigia (grey list)

La Repubblica di San Marino è stata inserita dall’Ocse, su decisione del G20 di Londra,
nella grey list. Vale a dire nella lista dei paesi i quali si sono impegnati ad osservare -ma ancora ‘sostanzialmente’ non lo hanno fatto- lo standard Ocse 2005 art. 26 nello scambio di informazioni con altri Paesi anche in ambito finanziario.
Nella stessa lista grigia figurano ad esempio Andorra, Monaco, Liechtenstein, Austria, Belgio, Svizzera e Lussemburgo.
Questa volta San Marino, dunque, rimane ancorato ad altri Paesi europei. Insomma non è stato classificato, come è avvenuto da parte del Moneyval, in una lista, quella dei Paesi da ‘procedura rafforzata’, in cui non compaiono Paesi europei.
La lettera inviata all’Ocse il 24 marzo a firma di Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri, è servita a riportare in qualche modo San Marino in Europa.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy