San Marino. Nicola Selva: “Perché sta aumentando anche la bolletta dell’acqua”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Nicola Selva sul tema del caro energia.

Dopo gas e luce, a San Marino è aumentata anche la bolletta dell’acqua. A stabilirlo è stata l’Autorità di regolazione per i servizi pubblici. I cittadini sammarinesi subiranno così un nuovo pesante aumento dopo quello dei prezzi di luce e gas stabiliti alla fine dello scorso anno. In particolare l’acqua pubblica aumenterà del 30% in tre anni mentre il costo di smaltimento dei reflui è aumentato del 45% in un colpo solo.

È stato detto dai politici di competenza che si tratta di un passaggio che rientra in una logica di adeguamento delle tariffe ferme da troppo tempo…. Quando si dice che è il momento per effettuare un aumento ci deve essere un motivo tecnico economico reale, non una giustificazione che non ha una logica fondata. L’aumento del costo delle utenze non può limitarsi ad un semplice esercizio di adeguamento o pareggio di bilancio.

Quindi questo aumento tariffario, non essendo legato a vere esigenze di mercato, non deve incidere così pesantemente sui bilanci familiari e aziendali, già gravati dagli aumenti tariffari dall’inizio 2022; Non sono accettabili rincari così alti, in un unico intervento, presumibilmente, del 30 – 35% delle utenze. 

Queste sono decisioni molto pesanti che non tengono affatto conto del grave periodo di crisi economica che molte famiglie e aziende stanno attraversando, si utilizza la scusa degli aumenti dovuti alla crisi con la Russia, che ricordo, un giorno, speriamo presto, finirà e si tornerà alla normalità, ma le nostre bollette no!

Come, è aumentato il costo dell’elettricità senza sapere il preciso perché, ora aumenta anche quello dell’acqua senza un evidente motivo, ribadendo solo che è il momento di fare queste cose, in un momento inoltre, dove il governo indebita lo Stato sempre di più, senza reali progetti economici. Direi che sarebbe il momento di rivedere la reale efficienza dell’Azienda dei servizi, perché aumentare solo le bollette non è una giusta una soluzione, piuttosto incentiviamo i privati e le aziende a rendere più efficienti le proprie case e i propri edifici con sistemi di approvvigionamento di energie alternative, l’impatto sarebbe molto più importante e conveniente ed eviterebbe di aumentare le bollette eccessivamente, con le conseguenze che sappiamo.

Vorrei ricordare anche, che un aumento ha un impatto diretto, ma anche indiretto, aumenteranno i costi dei ristoranti, dei parrucchieri, delle palestre, delle lavanderie… aumenterà tutto, tranne gli stipendi perché le nostre aziende con una fiscalità oggi inadeguata alla nostra economia, non hanno più margine per farlo. Mi chiedo quando questo governo inizierà a rispettare i Sammarinesi!

Nicola Selva

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy