San Marino, processo Conto Mazzini: parte civile, si’ per Stato e Dc

San Marino, processo Conto Mazzini. Il giudice Gilberto Felici ha  escluso Banca Centrale dalla costituzione di parte civile ed ha ammesso lo Stato  (per danno non patrimoniale)  ed la Democrazia Cristiana per gli appartenenti alla ipotizzata  associazione per delinquere.  In sostanza i diritti della collettività sono già rappresentati dallo Stato, anche quelli particolari di Bcsm.
Ammessa la parte civile della Dc solo per suoi membri o ex membri, mentre l’Eccellentissima Camera potrà cercare di rivalersi solo sui membri dell’associazione a delinquere, ossia tutti i politici e in più Giuseppe Roberti, Pietro Silva, Nicola Tortorella, Gian Luca Bruscoli, Luigi Moretti. Su Stefano Macina e Claudio Felici sarà il dibattimento processuale a stabilire se, al momento dei reati, fossero rappresentanti dello Stato. (San Marino Rtv)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy