San Marino. Programma di governo: un mix fra continuità e cambiamento

San Marino. Programma di governo: un mix fra continuità e cambiamento

RASSEGNA STAMPA

Un programma di Governo fatto di obiettivi precisi e che contiene una premessa che parla di “azioni che affermino il principio della continuità, nelle politiche che rendono stabile il contesto economico e sociale, e quello del cambiamento nei settori che richiedono un attento processo riformatore, ciò con l’obiettivo di rafforzare l’opera di rigenerazione e consolidamento del nostro Paese, consapevoli dell’identità che lo contraddistingue nel contesto globale e delle potenzialità che può esprimere pur nelle nostre limitate dimensioni.” Un punto di incontro fra le forze riformiste, Libera e Partito dei Socialisti e Democratici, e la coalizione Democrazia CristianaAlleanza Riformista abbastanza evidente che ha portato a questo necessario compromesso. Per intenderci: bene su banche, giustizia e politica estera, da cambiare sanità e impostazione sullo sviluppo economico. Da qui anche la continuità a Palazzo Begni con Beccari agli Esteri e Gatti alle Finanze mentre sono cambiati gli uomini al Territorio, con il Segretario di Libera Ciacci, Bevitori al Lavoro e Fabbri all’Industria (…)

Articolo tratto da La Serenissima

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy