San Marino. Quel top secret sui soldi dati a certe banche

Il mondo politico della Repubblica di San Marino pare essersi dato un obiettivo trasversale: non far sapere ai cittadini  quanti milioni sono stati spesi a favore  dei furfanti di certe banche (e banca per banca), senza portare a termine  – e forse nemmeno avviare – alcuna concreta operazione di recupero (vedi  Consiglio G.G.  e Bdt).

Operazione guidata  passo passo  – potrebbe essere altrimenti? – da Banca Centrale e dal Comitato per il Credito ed il Risparmio. 

Il che avviene nonostante si stia diffondendo per il Paese un sospetto terribile, dopo che  il Paese è stato informato  del sistema di corruzione vigente nel settore come trapelato  anche ieri nella intervista del giudice dr. Lamberto Emiliani a Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino. 

Il che avviene mentre si sta danneggiando l’economia reale e tartassando la gente comune con la patrimoniale e altro per racimolare nemmeno un decimo di quanto sarebbe stato speso per una sola banca.

 

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy