San Marino. Raccomandate della Guardia di Finanza: la Gendarmeria sommersa dalle richieste. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Disagio palpabile nei professionisti e nei cittadini raggiunti dalle raccomandate /

La Gdf mette in difficoltà
anche la gendarmeria
/

Il Comando
centrale
costretto a limitare
l’orario di apertura al
pubblico sommerso
dalle richieste di
certificazione della
residenza legate
alle verifiche a
strascico delle
fiamme gialle 

SAN MARINO. Il disagio è palpabile per i
professionisti e per tutti coloro
che si vedono costretti a
giustificare le loro transazioni
tra il 2009 e il 2014 perché
raggiunti dalle raccomandate
della Guardia di Finanza
Italiana. E mentre c’è chi parla
di una illegittima “pesca a
strascico”, lo Ius ha dato le
sue indicazioni dopo aver sentito
le fiamme gialle riminesi
:
dopo aver preso appuntamento
“munirsi del certificato di stato
di famiglia attestante la data
dell’anno in cui è stata rilasciata
la residenza a San Marino; e
ancora avere un certificato di
residenza attestante la data a
cui risale il rilascio; e comprovare
l’effettiva residenza in
territorio
(…)”.

 

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 21

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy