San Marino. Residenze e vendita immobili. Ancora la politica del gruppo criminale?

Viene il sospetto che il governo della Repubblica di San Marino continui la politica del gruppo criminale di cui trattano le ordinanze del Conto Mazzini  e altre relative a personaggi che hanno avuto un enorme peso  nella distruzione del Paese negli ultimi vent’anni:  Fiorenzo Stolfi, Claudio Podeschi e Gabriele Gatti.

Lo fa pensare non solo la decisione di aprire ufficialmente la stagione del debito pubblico senza decidere  di recuperare i soldi dello Stato per monofase e buchi in banche.

Lo fa pensare la  strenua copertura dei  beneficiari effettivi delle società, comprese quelle finanziarie,  in netta contrapposizione a quanto avviene in altri Paesi ed in netta contraddizione con gli impegni assunti in ambito internazionale.

Lo fa pensare  la ventilata vendita degli ‘immobili a chiunque’ (di cui si è avuto sentore ieri) che si aggiunge all’incredibile aumento dei residenti, per nascondere i quali si è arrivati addirittura a  tenere, di fatto,  celati i dati  del censimento.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy