San Marino. Ripartito il processo per esercizio abusivo dell’attività finanziaria

Accusa di esercizio abusivo attività finanziaria, sentiti funzionari di Bcsm e banche

ANTONIO FABBRI – Torna in aula il processo a carico di Antonio Cavalli, accusato di esercizio abusivo dell’attività finanziaria, perché secondo l’accusa avrebbe svolto attività riservata di gestione finanziaria senza la prescritta autorizzazione di Banca Centrale, utilizzando una società di consulenza sammarinese, Progetti Spa, che per l’accusa avrebbe gestito somme per circa 5 milioni di euro. Il processo era iniziato a novembre dello scorso anno ed era tornato in istruttoria perché si era reso necessario precisare. il capo di imputazione che conteneva alcuni errori materiali. Effettuate le correzioni da parte dell’inquirente il fascicolo è tornato in aula e ieri si è svolta la seconda udienza davanti al giudice Roberto Battaglino. Il processo è quindi entrato nel vivo delle testimonianze. Sentiti i funzionari di Banca Centrale che si erano occupati della segnalazione. Segnalazione partita dal responsabile del private banking di Banca di San Marino, uno dei due istituti di credito, assieme a Ibs-Bac, dove la società Progetti aveva i suoi conti, il quale ha dichiarato in udienza che, vista la movimentazione per investimenti in titoli, fondi o obbligazioni, aveva ritenuto di chiedere una verifica. La segnalazione passò a Bcsm e, dopo il vaglio della Vigilanza, venne presentato esposto al Tribunale dall’allora direttore Lorenzo Savorelli. Proprio quest’ultimo compariva tra i testimoni, ma ieri non era presente. Le parti hanno rinunciato all’audizione ritenuta non essenziale, saranno sentiti invece altri funzionari della vigilanza e gli avvocati della difesa, Carlo Biagioli e Antonio Belloni, hanno chiesto l’acquisizione della documentazione del Coordinamento della vigilanza con i relativi verbali, relativa al caso. (…)

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 18

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy