San Marino. Ripresi i negoziati con l’UE per la conclusione di un Accordo di associazione

“Nella settimana 29 giugno/3 luglio si sono tenuti alcuni incontri, in modalità video conferenza, con i competenti Servizi dell’Ue che hanno sancito la ripresa ufficiale dei negoziati tra San Marino e l’Unione europea per la conclusione di un Accordo di associazione, dopo l’interruzione dovuta alle elezioni politiche generali e alle conseguenze della pandemia di Covid19”.

Lo annuncia in un comunicato la Segreteria agli Affari Esteri, che aggiunge: “Nell’occasione è intervenuto in apertura dei lavori il Segretario di Stato per gli Affari Esteri Luca Beccari per testimoniare l’impegno di San Marino nel processo negoziale e descrivere l’intenzione del Governo di imprimere una concreta accelerazione alle discussioni, nonché per sottolineare gli obiettivi discussi e approvati nell’ultima seduta della Commissione Consiliare Permanente Affari Esteri. 

Con i competenti Servizi dell’Ue sono state discusse materie quali l’unione doganale e la politica commerciale, già parzialmente incluse nel vigente Accordo di Cooperazione e unione doganale e che San Marino da tempo è impegnato ad applicare.

In un clima di discussione leale e pragmatico, l’incontro è servito ad esaminare gli aspetti rilevanti per entrambe le parti e che figureranno nel nuovo quadro giuridico.  Nel prevedere rinnovate relazioni giuridiche e politiche anche su queste materie, l’Accordo richiederà ad entrambe di coordinare gli sforzi per giungere ad un risultato che, coniugando la certezza del diritto dell’Ue e la particolare situazione di San Marino, sia di reciproca soddisfazione.

A margine di questo incontro, la delegazione sammarinese ha espresso la volontà di risolvere, in un apposito tavolo negoziale, anche la questione relativa agli adempimenti e oneri derivanti dal documento T2 relativamente all’interscambio commerciale. Al riguardo la delegazione sammarinese si è impegnata a presentare una proposta operativa entro il corrente mese di luglio. 

In un successivo incontro, San Marino ha fornito chiarimenti su taluni aspetti particolari della libera circolazione delle merci, con particolare riguardo alla responsabilità del prodotto, che riveste un ruolo di primaria importanza per il buon funzionamento del mercato interno e favorirà l’aggiornamento della normativa sammarinese sulla protezione dei consumatori. Il confronto ha consentito di trovare un’intesa tra le parti circa le tempistiche del recepimento sammarinese e le eventuali modalità operative di cooperazione con i competenti Servizi dell’Ue”.

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy