San Marino. Rtv, dallo Stato contributo di oltre un milione

La Serenissima: San Marino Rtv, contributo di oltre un milione dallo Stato.

Arrivata l’autorizzazione di spesa in favore di San Marino Rtv come contributo per l’anno 2018 per oneri convenzionali. Il Congresso di Stato, con la delibera n. 1 dell’11 giugno scorso, ha dato il proprio via libera alla spesa complessiva di 1.111.764,84 euro in favore di San Marino Rtv quale contributo convenzionale per l’anno 2018, da imputarsi come segue nell’ambito del corrente esercizio finanziario: 911.764,84 euro sul cap. 1-2-2280 “Oneri convenzionali Rtv per l’informazione” – impegno n.3030; e 200.000 euro sul cap. 1-2-2285 “Oneri per servizi aggiuntivi e oneri convenzionali straordinari Rtv” – impegno n.3031.

Nel frattempo si è tenuta nei giorni scorsi l’assemblea generale dei dipendenti dell’emittente radiotelevisiva della Repubblica di San Marino. Sul proprio portale internet a stessa emittente, durante l’incontro tra la direzione generale, la rappresentanza sindacale aziendale e i rappresentanti delle tre sigle sindacali, ha comunicato la richiesta proveniente dal Consiglio di amministrazione di intervenire sui costi aziendali con un taglio compreso tra i 300 e i 400mila euro entro dicembre 2018. La direzione generale, per ottemperare alle richieste del Cda, ha presentato un piano di ristrutturazione che prevede anche l’intervento sugli stipendi dei dipendenti. A fronte di ciò Centrale sindacale unitaria e Unione sammarinese dei lavoratori, incaricate della trattativa dalla rappresentanza sindacale aziendale, hanno ritenuto irricevibile la proposta del taglio alle retribuzioni con l’unanimità dell’assemblea dei dipendenti. Seguiranno ulteriori confronti alla ricerca delle migliori soluzioni percorribili.

La direzione generale di Rtv ringrazia la rsa e i sindacati per la disponibilità a un confronto civile, rispettoso e costruttivo. Nel Cda di lunedì prossimo la direzione generale si farà comunque carico di proporre quegli opportuni provvedimenti che possano dare maggiore sicurezza all’azienda, nonostante il momento complesso, al fine di raggiungere anche quest’anno l’obiettivo di chiudere il bilancio in positivo, come già accaduto nel 2017.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy