San Marino. Scontro Pedini Amati – Mazza in Consiglio. File audio

San Marino. Dal Sito del Partito Democratico Cristiano Sammarinese.

1) Dopo l’intervento del Segretario di Stato Pasquale Valentini, che ha dato inizio al dibattito lunedì sera 20 ottobre 2014, è intervenuto il Capogruppo Luigi Mazza che si è concentrato su 3 temi
– le dimissioni di Claudio Felici, la questione morale, la situazione politica e la posizione della Maggioranza.
Nessun riferimento è stato fatto ad alcuna forza o singolo Consigliere dell’opposizione.
2) Nel suo intervento, durante il dibattito, il Consigliere Federico Pedini Amati, dopo aver espresso critiche sul piano politico, richiama un episodio del 1986 e asserisce che “per cambiare un Governo hanno messo in galera gente innocente che è anche morta” chiedendo di fare chiarezza.
Poi, con toni molto forti lancia un’accusa dicendo che “c’è un banditismo che fa paura”…”nel 1986 i banditi che c’erano allora, ci sono ancora”…”sono ancora qui quei banditi, ci sono, e si chiamano Ciccio Mazzetta uno di quelli, guarda caso lo chiamano Ciccio Mazzetta, non è un caso”.
3) Mercoledì 22 ottobre 2014, durante le repliche, Luigi Mazza risponde alle offese ingiuriose rivolte dal Consigliere Pedini Amati, con un forte intervento a difesa della propria dignità e del ruolo politico.
Nella sua replica Mazza cita fatti e richiama circostanze documentate riguardanti la credibilità del Consigliere Pedini Amati, ma senza alcun insulto alla sua persona.
4) Il Consigliere Pedini Amati replica immediatamente, mercoledì 22 ottobre 2014,
con altre offese ed ingiurie al Capogruppo Mazza.
Invitiamo ad ascoltare i tre interventi per farsi un’idea più chiara di ciò che è avvenuto che, per i toni assunti e specialmente per la sconvenienza nel linguaggio, degenerato in insulti e ingiurie, ha ben giustificato l’intervento che la Reggenza ha voluto indirizzare all’Aula, e che auspichiamo non si ripeta in Consiglio Grande e Generale.
Ultima modifica il Lunedì, 27 Ottobre 2014

Per ascoltare: Interventi Pedini Amati – Mazza

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy