San Marino. Segreteria Esteri: congedo Vescovo

Gli Eccellentissimi Capitani Reggenti Teodoro Lonfernini e Denise Bronzetti hanno ricevuto oggi, in visita di congedo dalle Istituzioni sammarinesi, S.E. Mons. Luigi Negri, Vescovo della Diocesi di San Marino-Montefeltro che è in procinto di lasciare per divenire Arcivescovo della Diocesi di Ferrara-Comacchio.
Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Pasquale Valentini, nel ringraziare Mons. Negri per l’opera pastorale svolta in Repubblica quale “interprete fedele dell’alto magistero episcopale” ha voluto ricordare i tratti più significativi che hanno caratterizzato la sua azione di difesa dei valori del popolo sammarinese quali la libertà personale, la famiglia, il rispetto della vita dal concepimento alla morte. Valentini ha sottolineato che l’impegno del Vescovo non si è limitato al contenuto dottrinale della Sua attività pastorale ma si è concretizzato attraverso azioni concrete quali al Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II, strumento di formazione e di giudizio per l’affronto delle principali problematiche del nostro tempo, fortemente voluta dal Vescovo Negri, così come  la storica Visita di Papa Benedetto XVI.
Anche la Reggenza, a nome di tutte le Istituzioni della Repubblica, ha voluto ringraziare il Vescovo Negri per la profonda testimonianza di fede e per aver posto al servizio della Diocesi la sua vasta cultura ed esperienza. Un intenso e generoso impegno caratterizzato da “un’instancabile partecipazione alla vita della nostra comunità religiosa e da una sensibilità sempre vigile e attenta alle dinamiche proprie dello svolgimento della vita pubblica, in uno spirito di collaborazione con il Governo e le Istituzioni sammarinesi”.
Mons. Negri, nel porgere il Suo saluto alla Reggenza e alle Istituzioni ha sottolineato gli spunti fondamentali, da lui definiti “bellissimi e difficili” che hanno caratterizzato la sua opera episcopale: essere in primo luogo custode di una tradizione viva, come quella cattolica, lavorando per la rigenerazione dei valori che essa porta nel popolo cristiano di San Marino e Montefeltro; l’impegno educativo per far cogliere alla gente le novità che può portare la missione della Chiesa nella vita di tutti. Mons. Negri ha affermato poi di sentirsi parte della società sammarinese e di aver operato per la difesa della sovranità statuale di questo piccolo Stato, custode di una grande tradizione civile intrecciata di fede e di società. Un ricordo particolare per gli insegnamenti lasciati in eredità a San Marino, prima dal Beato Giovanni Paolo II e, recentemente, da Sua Santità Benedetto XVI, nel corso della storica visita del giugno 2011. Un pensiero finale il Vescovo Negri lo ha voluto dedicare proprio a Lui dicendo: “Ci mancherà”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy