San Marino. Sicurezza e Prevenzione Iss, privatizzazione farsa per Cittafinanza Attiva

Già Osla ha denunciato come minaccia alla sovranità la formula scelta per la  Gestione del Servizio di Prevenzione e Protezione. Ora Cittadinanza Attiva la definisce una privatizzazione farsa. 

A dimostrazione del fatto che non basta una buona normativa per stimolare comportamenti virtuosi, ma serve la volontà di cambiare di chi la normativa la deve applicare, ecco che pochi mesi dopo l’approvazione di una buona legge sulle forniture arriva un appalto che ha del ridicolo.
Se il primo di aprile non fosse ormai passato da qualche settimana, infatti, alla fine della lettura della documentazione tramite della licitazione privata per l’affidamento del Servizio Protezione e Prevenzione dell’ISS a consulenti esterni, avremmo pensato ad uno scherzo.
Andiamo con ordine. Innanzitutto la motivazione dell’urgenza contenuta nel preambolo di quel faldone di cinquantuno pagine, caratteristica necessaria per procedere non con un appalto pubblico ma tramite, appunto, licitazione privata.
Già qui sale il primo dubbio: da dove deriva questa urgenza? Dal fatto, forse, che si è tardato volutamente a nominare il responsabile di un servizio fondamentale di una struttura fondamentale per la collettività? Se è così, e la scelta della privatizzazione era già stata presa, per quale motivo non farla per tempo, aspettando di dover procedere con “urgenza” per licitazione privata?

Leggi il comunicato Cittadinanza Attiva

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy