San Marino tenta di entrare nella White list passando da Strasburgo

La Circolare Banca d’Italia quando ha imposto agli istituti bancari italiani norme rigidissime nel trattare con soggetti sammarinesi ha fatto leva sulla decisione di Moneyval del dicembre scorso che ha relegato la Repubblica di San Marino fra i paesi non affidabili per quanto riguarda la lotta al riciclaggio.
Rincarando, poi, notevolmente la dose. Fino a minacciare di fatto l’isolamento completo del sistema bancario e finanziario sammarinese, che è nato e cresciuto e si è sviluppato all’interno del sistema italiano in base ad accordi antichi e meno antichi come
l’accordo valutario.

Ora, tamponato in qualche modo – comunque a carissimo prezzo – il pericolo dell’isolamento bancario, San Marino, per recuperare una posizione meno difficile, riparte da Strasburgo per tentare di entrare finalmente nella white list, diciamo così, dei normali paesi europei.
Sì perché l’esclusione dalla white list,
contrariamente a quanto sostenuto da politici del precedente governo e perfino, a suo tempo, da Banca Centrale, è stata veramente devastante.
Ieri ha avuto luogo a Strasburgo l’atteso incontro
di una delegazione sammarinese guidata dal direttore dell’Agenzia di Informazione Finanziaria dr. Nicola Veronesi con il Moneyval.

Ieri sera San Marino Rtv ha diffuso una prima valutazione.

Il dr. Veronesi aveva dichiarato prima della partenza per Strasburgo a Francesca Biliotti di Corriere Romagna-San Marino: ‘diciamo che questa riunione è un buon viatico per quella di settembre: se dovessero decidersi a toglierci dalla procedura rafforzata sarebbe il primo passo verso la white list‘.
Insomma come risultato si aspetta da Strasburgo la notizia che San Marino non è più fra i paesi inaffidabili nella lotta all’antiriciclaggio, tanto da rendere necessaria una ‘procedura rafforzata’ nei rapporti finanziari.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy